sabato 5 maggio 2018

Insieme Italia Europa (VERDI, PSI e civici). Perchè non appare nei sondaggi?

L'ipotesi di elezioni anticipate si allontana di giorno in giorno, per il semplice motivo che dopo vari sondaggi, ora anche pubblicati sui media nazionali, si evince che il risultato sarebbe all'incirca identico; 
Sorge spontanea una domanda, come mai nei sondaggi non appare Insieme Italia Europa?
Lasciamo intuire la risposta da questo post di un consigliere comunale dei Verdi che parla della sua esperienza e dei Verdi in Europa; ricordiamo che dopo le recenti elezioni amministrative in Olanda i verdi hanno conquistato il ruolo di primo partito in varie città e in nessun stio italiano mainstream è stata riportata la notizia.

Dal 2002 ho iniziato a frequentare "spesso" il Gruppo Regionale dei Verdi in Regione Lombardia, ricordo con simpatia e una certa dose di emozione, quando chiedevo a Carlo Monguzzi consigli per fermare il #mostrodasfalto e quando tra le mille domande, mi rispose, "tu sei 

un dirigente di questo partito, hai fondato il Circolo di Ossona e mica ti posso dire e dettare io cosa fare, è giusto che chiedi agli iscritti di Ossona"; ricordo con molto piacere le tantissime iniziative organizzate nel magentino e la prima proposta di candidatura che rifiutai, preferendo continuare a studiare e a servire gli altri Verdi ed Ecologisti; era il 2010, si trattava delle elezioni per il rinnovo del consiglio provinciale di Milano.
ne è passata di acqua sotto i ponti;
dal 2014 sono Capogruppo Consiliare per la lista EcoCivica Cambiamo Ossona, che da oltre un anno ha preso il nome di VERDI/Cambiamo Ossona, per dare un segnale di Europeismo, e testimoniare come la nuova "frattura politica",in politologia Cleavages, sia tra chi include e mette al centro dell'agire politico, l'ambiente e tutti i suoi abitanti e chi invece, pensa a nazionalismi e ad esclusioni; è stato motivato dal successo politico che ha portato per la prima volta un Verde a essere Presidente della Regione del Waden Wuttenberg; da wikipedia, perchè dopotutto, siamo #europa e volevo dare un chiaro segnale anche in #Italia, dalla piccola #Ossona
"Alle elezioni del 2011, la CDU, pur confermandosi il primo partito col 39%, è stata scalzata dal potere da una coalizione formata dai Grünen (24,2% - 36 seggi) e dall'SPD (23,1% - 35 seggi), insediando alla presidenza (70 i voti necessari per una maggioranza assoluta), per la prima volta in Germania, un esponente dei Verdi, Winfried Kretschmann.
Nelle elezioni regionali del marzo 2016, le prime dopo l'ingresso di oltre un milione di profughi in Germania nel 2015, i Verdi di Kretschmann salgono al 30,3%, mentre i loro alleati SPD crollano al 12,7%, la CDU scende al 27%, entra per la prima volta la destra dell'AFD col 15,1%, i liberali della FDP salgono all'8,3%."
Carissimi quando dico che il ruolo storico dei #Verdi è del 30% ho le idee chiare.
Per questo motivo, nelle elezioni per il rinnovo del Consiglio Metropolitano di Milano, ho promosso e sostenuto, dopo varie consultazioni con gli Ecologisti e Verdi del terriotorio, la Lista Civica Metropolitana "La Città dei Comuni", e mi va di ringraziare ancora tutti quelli che mi hanno dato il voto (ponderato sulla percentuale di popolazione dei Comuni) e mi han fatto risultare tra i più votati, considerando che ho raccolto voti tra i comuni sotto i 5000 abitanti (voto ponderato di 5 punti) tra i comuni anche più popolosi)
Ritengo che la scelta di INSIEME, nella coalizione di CentroSinistra sia stata una scelta responsabile per la governabilità dell'Italia, e voglio pubblicamente ringraziare Paolo Gentiloni che ci ha sostenuto; per un centro sinistra plurale;
ora, che il Movimento5stelle da 3 giorni, chiede un dialogo, mi sento di poter affermare, come espresso da un bell'articolo di Fiorello Cortiana che è giunto il tempo della poltiica e dalla maturità per tutti. L'Europa ci guarda, e Europa siamo anche noi; il mio pensiero va ad Alexander Langer che ci invitava nel momento del suo triste (e per me ancora inspiegabile momento dell'addio) a continuare in ciò che è giuisto; il mio pensiero va anche a San Cristoforo e a quel bambino che "così leggero nell'aspetto, a metà del guado del fiume, iniziava a pesare e" va bè, la storia la sapete tutti.
E' il momento dell'impegno e dello studio, ancora.
Per i Verdi e per un Europa dei popoli, per far ripartire l'Italia; per la Conversione Ecologica, desiderata e sempre più necessaria; la complessità geopolitica ci chiama a scelte importanti; l'Italia ha bisogno di un Governo, ma non solo, ha bisogno dell'impegno di tutti.
Buon lavoro a tutti, consapevole delle difficoltà, ma ancor più consapevole del ruolo che la #storia ci chiama a svolgere.

G.R.R. 

Nessun commento:

Posta un commento