domenica 30 aprile 2017

da Magenta per il primomaggio 2017


Con la Banda Bassotti in partenza per il Donbass 30 4 2017

dal Web, leggiamo e convinti condividiamo, per la necessità di un mondo di pace
Un abbraccio e un in bocca al lupo agli amici e Compagni della Banda Bassotti e a tutti i partecipanti della terza Carovana antifascista nel Donbass.
Oggi inizia la loro terza spedizione volta a portare solidarietà attiva alle popolazioni colpite dalla guerra scatenata dal governo ucraino col beneplacito di UE e USA.
Non ne sentirete parlare molto sui giornali perché il supporto viene dato a coloro che sono colpiti dalla NATO e questo non può essere compatibile dalla nostra stampa che, al contrario, quando serve dipinge in maniera romantica altri scenari di guerra che tanto romantici non sono. Anche per questo motivo, onore alla Banda Bassotti che va avanti a testa alta.
NO PASARAN!
Il concerto della Banda Bassotti a Magenta


sabato 29 aprile 2017

PRIMOMAGGIO GIORNATA DI LOTTA PER I DIRITTI DEI LAVORATORI. MayDay e primomaggio internazionalista e contro le nuove schiavitù


Varie iniziative a Milano per il PRIMOMAGGIO
giornata di lotta dei lavoratori e certo non la festa del lavoro come la chiamavano i fascisti e come, ahinoi, alcune amministrazioni sbagliando chiamano ancora le celebrazioni ufficiali.
La MayDay, del sindacalismo di base e del precariato e cognitariato,
il primo maggio internazionalista alle 15 in piazzale loreto
dalla mattina alle 11 in via Carlo Esterle dalle 11 (zona via Padova)
sotot le locandine e.. divulgate, diffondete, partecipate

PRIMA UDIENZA DEGLI ATTIVISTI CHE OCCUPARONO FARMACOLOGIA Milano 28 4 2017


riceviamo e volentieri pubblichiamo
 NON SIAMO PENTITI LO RIFAREMMO

Presidio partecipato e pacifico davati al Palazzo di Giustizia a Milano a sostegno degli attivisti del Coordinamento Fermare Green Hill. Dichiarazioni degli imputati alla stampa:
è stata una disobbedienza civile per la causa e lo rifaremmo!

Oggi, venerdì 28 aprile 2017, si è svolta la prima udienza del processo che vede imputati le attiviste e gli attivisti del Coordinamento Fermare Green Hill che, il 20 aprile 2013, occuparono lo stabulario del dipartimento di Farmacologia dell'Università Statale di Milano. Quel giorno, grazie a filmati, foto e alla scoperta di documenti inerenti agli esperimenti lì condotti, quel luogo anonimo e invalicabile fu mostrato per ciò che era, ovvero un centro di detenzione e tortura per centinaia di animali. In seguito a una strenua trattativa durata 10 ore con le forze dell'ordine e con i responsabili dell'Università, i cinque attivisti riuscirono a portare in salvo 400 topi e un coniglio.

buon compleanno Legambiente Parabiago

l'omaggio da LiberaNotizieNews a Legambiente per i suoi splendidi 30 anni di attività!


aspettando il festival NO TANGENZIALE 11 giugno 2017


giovedì 27 aprile 2017

Milano 20 maggio 2017, insieme senza muri

dopo Barcellona


Milano il 20 maggio sarà attraversata da una mobilitazione festosa e popolare. Una mobilitazione carica di speranza.
La speranza di chi crede nel valore del rispetto delle differenze culturali ed etniche.
La speranza di chi ritiene che la società plurale sia un'occasione di crescita per tutti e che la logica dei muri che fomentano la paura debba essere sconfitta dalle scelte che pongono al centro la forza dell’integrazione e della convivenza.
Quelle scelte che, a cominciare dall'Europa, sconfiggano il vento dell'intolleranza e che mettano al centro il principio dell’incontro tra i popoli e di un futuro fondato sul valore della persona senza che la nazione d'origine, la fede professata, il colore della pelle possano diventare il pretesto per alimentare nuove discriminazioni.
Quelle scelte che, a livello nazionale, ci portino a compiere, senza ambiguità, passi avanti reali, come l’effettivo superamento della Legge Bossi Fini, l’approvazione della Legge sulla Cittadinanza, la necessità di rafforzare un sistema di accoglienza dei migranti fondato sul coinvolgimento di tutte le comunità e le istituzioni, la trasparenza, la qualità, il sostegno ai soggetti più fragili (i minori, le donne, i vulnerabili), la cultura dei diritti e della responsabilità.
Milano è nata dall’incontro tra storie diverse e il suo sviluppo si è fondato, nei suoi momenti migliori, proprio sulla capacità di accogliere le diversità e di alimentare la coesione sociale.
 E come Milano, in svariati luoghi del mondo, chi crede nella società aperta, e non si fa incantare dalle sirene dell’odio, scommette con più certezza sulla propria crescita e sulla capacità di generare lavoro, benessere ed opportunità.
 Anche per questo il 20 maggio, in un giornata di impegno, musica, creatività, cultura, saremo in tante e in tanti.
Perché, nel tempo in cui viviamo, sono in gioco i valori fondamentali per il futuro di tutti.

25 aprile per tutti, ma per il PD un po' di più

dal web. commenti divertenti e.. realisi!

L.A.  
Secondo me, presentarsi al 25 aprile in blu non è un problema. La libertà ha tanti colori. 
E poi oggi il più grande tema politico è attualizzare i valori dell'antifascismo e sono convinto che l'europeismo sia uno dei fronti contro i nazionalismi alla Le Pen.
Però, caz.
Però certi errori non si possono fare. Coco Chanel fu una amica dei nazisti, collaborazionista della 

lunedì 24 aprile 2017

la leggenda nera del “Venerdì’ 13”

Era Venerdì, era il 13 Ottobre, era l’anno domini 1307: scattava durante le prime ore dell’alba in tutta la Francia l’operazione che il re aveva concepito quasi un mese prima (il 14 Settembre) e che aveva ordito in segreto fino ad allora. L’obiettivo era arrestare tutti i templari presenti sul territorio francese e sequestrarne i beni. L’ordine in tal senso era stato diramato da tempo a tutti i balivi ed i siniscalchi del regno, con l’imposizione di tacerne fino alla data stabilita, che era appunto venerdì 13 ottobre, data che proprio da questo episodio divenne simbolo e metafora di “grande sciagura” e sfortuna.

DEL GRANDE. VERDI: ORA TURCHIA LIBERI ALTRI 120 GIORNALISTI

riceviamo e volentieri pubblichiamo
DEL GRANDE. VERDI: ORA TURCHIA LIBERI ALTRI 120 GIORNALISTI Roma, 24 apr. - "La liberazione di Gabriele Del Grande e' una bellissima notizia" scrive' in una nota Gianpaolo Silvestri responsabile diritti dei Verdi, che prosegue: "Ora lo aspettiamo in Italia per festeggiare, per questo abbiamo lanciato l'hashtag #BentornatoGabriele". "Non possiamo pero' rimanere silenziosi - spiega l'ecologista - di fronte alla realta' del regime di Erdogan che tiene imprigionati in Turchia ancora 120 giornalisti, un triste primato mondiale." "Ora bisogna lavorare - conclude Silvestri - per consentire la liberazione di tutti coloro che sono nelle carceri turche senza uno straccio di ipotesi di reato in contrasto con ogni convenzione internazionale

7 aprile 1979, quando lo Stato si scatenò contro i movimenti

pare opportuno e necessario ripubblicare questo articolo; ora con stratagemmi più subdoli, pare sia in corso una caccia all'uomo

7 aprile 1979, quando lo Stato si scatenò contro i movimenti

OGNI VOLTA CHE APRE BOCCA MAURIZO GASPARRI CI RICORDA CHE ESISTE IL COTTOLENGO. MA QUESTO NON È SEMPRE UN BUON MOTIVO PER IGNORARE LE SUE SORTITE. LA SUA RICHIESTA DI SCATENARE CONTRO IL MOVIMENTO “ARRESTI PREVENTIVI”, L’ACCUSA DI “ASSASSINI POTENZIALI” RIVOLTA CONTRO I MANIFESTANTI, DANNO VOCE IN REALTÀ A SETTORI CONSISTENTI DEGLI “APPARATI DELLO STATO” E PEZZI DI OPINIONE PUBBLICA REAZIONARIA. I TENTATIVI DI DIALOGO CON LE FORZE DI POLIZIA SPONSORIZZATI IN QUESTI GIORNI DA ALCUNI GIORNALI ED ESPONENTI POLITICI, COME VELTRONI, LA RICERCA DI UNA MEDIAZIONE CON I MANIFESTANTI, MOSTRANO TUTTAVIA CHE NEGLI APPARATI ESISTONO LINEE DIVERSE.

sabato 22 aprile 2017

Marcallo con Casone Insubria Festival 2017: le novità

grandissime novità enogastronomiche e culturali; un apertura alle culture di tutto il mondo; forse, tutto il mondo è paese, e in un paese, si trova tutto il mondo!

Sabato 22 aprile 2017

ore 09:00-24:00
Apertura mercatino celtico
ore 10:00-01:00
Apertura Pub Celtico e stand gastronomici
dalle ore 10:00
Musicisti itineranti Vagus Animis
ore 14:00-19:00
Apertura accampamenti storici
ore 17:00-18:00
Conferenza"Spititualita' Celtica in Gallia Cisalpina: Antichi Nemeton Padani"
a cura di Adriano Gaspani
ore 21:00
Concerto Keily's Folk
Folk rock irlandese
ore 22:30
Concerto Dirty Bastard
Folk rock irlandese
ore 24:00
Fuochi di Beltane

per il resto del programma su:



Assemblea per il Parco del Roccolo. 26 aprile 2017 Casorezzo

riceviamo e volentieri pubblichiamo

venerdì 21 aprile 2017

Casorezzo non dimentica. In Memoria di Carlo Alberto Dalla Chiesa video e foto

Emozionante serata in quel di Casorezzo, grazie alla dirompente assessora Marta Bertani, educatrice, pedagogista e promotrice culturale, insieme alla neodottoressa Valeria Valentina Mainini e al Signor Sindaco Maresciallo dell'Aviazione Pierluca Oldani, come dire, abituato a farci volare alto, come sentirete dal suo breve intervento introduttivo, poche parole, sincere ed emozionanti, per coinvolgerci in un pezzo di storia, la storia delle genti che hanno fatto grande un paese e che han lottato fino all'estremo sacrifico.

Rho ama la libertà. 23 aprile dalle 14 alle 20 Parco Europa


posso farlo anch'io!! la mostra. Rho. 22 aprile 2017 h.11

le magnifiche del Video!!!



Due anni di legge sugli ecoreati, conclusione del corso di VAS per le Polizie Locali

Stigmatizzando i vari complotti ormai smascherati, di Vigili che inducono a commettere infrazioni per poi sanzionare e addirittura arrivare a minacce fisiche a consiglieri comunali, che solerti nel loro lavoro, ovviamente chiedono il bilancio dlel aProtezione Civile che è a "respnsabilità" appunto del "tizio" che ha tentato l'aggressione, fortunatamente sventata sul nascere grazie a un video in diretta su facebook.
Ecco l'iniziativa promossa da Verdi Ambiente e Società

L'ArciVescovo Scola ringrazia i Volontari del Papa. Milano 20 4 2017 video e foto


per il video, clicca sotto
I volontari del Papa, in Duomo 20 aprile 2017 

Cuggionesi e di Cardano al Campo e.. di tutto il pianeta, perchè i confini sono solo nella testa di chi vive di pregiudizi

giovedì 20 aprile 2017

Edita di Gaggiano 20 aprile 2017

riceviamo e volentieri pubblichiamo
La protesta alla Edita di Gaggiano continua... E chiaramente l'RSU Fim - CISL incita la gente ad entrare, ma nessuno lo ascolta

.L'immagine può contenere: una o più persone, cielo, folla, auto e spazio all'aperto

L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi, cielo, auto e spazio all'aperto

Nuove notti ad ascoltare il bosco Parco del Ticino


Colonia Enrichetta propone nuovi appuntamenti con le voci della fauna notturna.

Dopo il successo della Notte della Civetta, Colonia Enrichetta organizza tre nuovi appuntamenti per i tanti appassionati di ornitologia e amanti della natura che sono rimasti esclusi dell’escursione naturalistica del 18 marzo.

21 aprile – 6 maggio – 26 maggio: queste le date già fissate per le uscite sui sentieri del Parco del Ticino a tarda sera, per scoprire le meraviglie della natura nella notte durante l’esplosione della primavera. Anche questa volta, l’obiettivo principale della manifestazione è  la civetta, insieme agli altri strigiformi (cioè i rapaci notturni).

La formula è la stessa già collaudata:
Adulti e bambini, specialisti e curiosi, comitive e famiglie si addentrano nel cuore della notte sui sentieri nei boschi del Ticino, nella parte più integra del territorio. Guidati da educatori ambientali specializzati (come Matteo Barattieri) per ascoltare i richiami degli animali e tentare avvistamenti di gufi, civette, allocchi e barbagianni. La scelta è di cogliere ciò che la notte offre, senza particolare ricorso a richiami artificiali e simili: l’esperienza è già molto emozionante così!

PROGRAMMA

19:45 – ritrovo in Colonia Enrichetta, in Strada Chiappana 80 ad Abbiategrasso
20:00 – presentazione introduttiva su strigiformi e altra fauna notturna

21:00 – inizio escursione guidata

Attezione: la prenotazione è obbligatoria
(contributo spese adulti: € 3,00; gratis per i bambini).

Info e prenotazioni: info@coloniaenrichetta.it

la Korea e la verità. qualcosa di più complesso

Troviamo online e pubblichiamo,
diceva il saggio "coltiva il dubbio"; certo è che la propaganda mass mediatica, ha dipinto la Corea del nord, come nemmeno walt disney avrebbe fatto, riferndoci all'immaginazione. ecco delle foto di chi c'è stato veramente
e la sua riflessione pubblica.
averne di gente libera. grazie
Per chi scrive, vien naturale a pensare alla guerra di Corea del 1953, antesignana della Guerra Fredda, da qui, il mio invito alla lettura, allo studio e a non credere troppo, ma a cercare di comprendere, citando i latini: "a chi giova?"

Pochi giorni prima della mia partenza per la Corea del Nord, sulla stampa nazionale ed internazionale circolò la notizia che tutti gli uomini della RPDK avrebbero dovuto tagliarsi i capelli come il loro presidente Kim Jong-Un. Arrivato a destinazione mi accorsi di questa e di tutta una serie di assurde falsità che quel paese dell'estremo oriente doveva subire puntualmente sul suo conto. Al contrario di ciò che i media fino a quel momento mi avevano fatto credere conobbi un paese interessante popolato da persone meravigliose e di grande umanità. Uomini e donne socievoli, di notevole spessore culturale, fieri del loro paese e della loro storia. Uno dei problemi per il quale questa nazione viene continuamente demonizzata è che con coraggio ha deciso di non farsi dettare l'agenda politica, economica e culturale dall'impero e dunque non piegarsi ad arroganza e ingerenze esterne. Non voglio con questo post entrare nel merito o difendere il modello nordcoreano ma mi sento in dovere di esprimere solidarietà a un grande popolo che è minacciato da un conflitto rischiosissimo voluto dal paese più belligerante e pericoloso del mondo. Dobbiamo opporci alla guerra 


L'immagine può contenere: 5 persone, persone in piedi, matrimonio e spazio all'aperto
L'immagine può contenere: 2 persone, persone che sorridono, persone in piedi e spazio all'apertoL'immagine può contenere: 1 persona, cielo e spazio all'apertoL'immagine può contenere: 2 persone, spazio all'aperto

L'immagine può contenere: treno, pianta e spazio all'aperto

svolta nel processo MAFLOW: i lavoratori ammessi come parte civile

riceviamo e volentieri pubblichiamo
Nel corso del processo per bancarotta contro Maflow SpA, avviato nel 2016 e che vede coinvolti Luigi Francione e i dirigenti dell’azienda di Trezzano sul Naviglio, chiusa nel 2010, i lavoratori e le lavoratrici sono stati ammessi ieri come parte civile dal tribunale di Milano.
“Avevamo ragione noi – afferma Massimo Lettieri, ex Rsu e promotore del comitato ex lavoratori e lavoratrici e animatore oggi di RiMaflow, la rinascita della fabbrica in autogestione – la Maflow è andata in dissesto finanziario a causa delle operazioni truffaldine che hanno buttato sulla strada 330 famiglie, mentre la produzione andava a gonfie vele. Ora dobbiamo essere risarciti”.
La Maflow, capofila di una multinazionale del settore automotive e fornitore di qualità di aziende come BMW, dopo un anno di amministrazione straordinaria a seguito d un improvviso ammanco di 300 milioni di euro, è stata presa all’asta nel 2010 dall’imprenditore polacco Boryszew e definitivamente chiusa due anni dopo, delocalizzando l’attività in Polonia.
“Ma è Francione, già dirigente FIAT, il principale responsabile della bancarotta che per noi è chiaramente fraudolenta – continua Lettieri -. Con la costituzione ufficiale di parte civile lo dimostreremo anche in tribunale. Lo diciamo poi alle istituzioni: chi ha distrutto posti di lavoro intascandosi milioni deve pagare anche per consentire ai lavoratori di creare nuove attività, come stiamo facendo con il progetto RiMaflow”.
Comitato lavoratori e lavoratrici ex Maflow
Trezzano sul Naviglio, 20 aprile 2017

Milano sta con Gabriele del Grande

La Milano solidale, la milano che non si arrende, sta con Gabriele del Grande, rinchiuso in un CIE, in Turchia,
Che sia liberato e si rifletta su cosa significano quei centri di sospensione della democrazia e dei diritti che sono i CENTRI DI IDENTIFICAZIONE
L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi, folla, cielo e spazio all'aperto
LINK
https://it.wikipedia.org/wiki/Gabriele_Del_Grande

Per Marce.

riceviamo e volentieri pubblichiamo unendoci agli amici del Paz,

Per Marce
Come molti di voi già sapranno, nel novembre scorso, il nostro carissimo amico e socio fondatore del Paz, Marce(Marcelo Principato), ha subito un grave infortunio sul lavoro. Pensando al suo futuro, abbiamo avviato una raccolta fondi per aiutarlo nel percorso riabilitativo.
Invitiamo quindi tutti gli amici e soci del Circolo a partecipare con un contributo libero.
Chi volesse può sia rivolgersi al Paz, dove ci siamo attivati per raccogliere le donazioni che verranno convogliate su un apposito conto, sia in alternativa effettuare direttamente un bonifico:
c/c intestato a Marcelo Principato
IBAN: IT50 X 03111 20200 000000009999
c/o UBI Banca, filiale Legnano (c.so Magenta 27, ang. via Beccaria - 20025 Legnano)
Per ulteriori informazioni potete contattare Santina al 3490809108.
Grazie per la partecipazione: anche un piccolo contributo potrà fare la differenza per il benessere del nostro amico.
Per chiudere nella sua lingua madre...
¡Fuerza, Marce! Te esperamos, compañero!

Insieme per Boffalora (verdi e centrosinistra di boffalora) per il suolo e contro la tangenziale

riceviamo e volentieri pubblichiamo
"Insieme per Boffalora" organizza il 22 aprile (giornata della #Terra evento mondiale che ha lo scopo di educare e informare sull’importanza della conservazione degli ecosistemi e delle risorse naturali) dalle ore 14 alle ore 19.30 lungo la via Dante all’altezza del civico 10 la raccolta firme per due iniziative importanti.
1) Sostegno all’iniziativa dei cittadini europei #People4Soil per salvare i suoli d’Europa obbligando l’Unione Europea a sviluppare uno specifico quadro giuridicamente vincolante che permetta di salvaguardare i suoli.
2) Sottoscrizione della petizione dei comitati #Notangenziale inviata al presidente della commissione per le petizioni del Parlamento europeo On. Cecilia Wikström contro la superstrada #Magenta #Vigevano che comprende anche la variante della ex SS11 su #Boffalora.

mercoledì 19 aprile 2017

Due anni della legge 68/2015: luci ed ombre sugli ecoreati.

riceviamo e volentieri pubblichiamo (a seguito anche video di VAS MULTIMEDIA)
Dopo quasi due anni di iniziative si conclude a Milano il Progetto “Ambiente e Legalità” condotto da Vas Onlus e che ha ottenuto un contributo dalla Fondazione Cariplo con l’obbiettivo di realizzare delle campagne di sensibilizzazione organizzando dei Corsi di Formazione e di approfondimento sui Reati Ambientali. L’incontro di giovedì 20 aprile, presso la Sala Angiolini di Via Marino 7 a Milano, sarà coordinato dall’Avvocato Roberto Losengo e partecipano Agenti di Polizia Municipale dei comuni di Milano, Inzago, Rozzano, Opera, Pieve Emanuele, Cernusco Sul Naviglio, Assago e Unione dei Comuni Lombardi “ADDA MARTESANA
Nei corsi sono stati trattati gli aspetti del codice penale attualmente in vigore e gli aggiornamenti legislativi più legati alle funzioni dei partecipanti.

martedì 18 aprile 2017

trovato Van Gogh usato come carta da parati (FKN)

riceviamo e pubblichiamo
Ritrovato un Van Gogh, usato come carta da parati in una soffitta di Den Hag, in Olanda, dopo i primi accertamenti, e la verifica da parte di noti esperti d'arte, si è asportata la tela che era adagiata per coprire una macchia, in un solaio della casa di campagna di un rigattiere.
Il rigattiere intervistato "certo, ora so che avevo un'opera d'arte e son felice di donarla al museo, ma confesso che donava un tono di colore gradevole al sottotetto che usavo come magazzino".
FKN

il quadro era una bozza del celebre Starry night del 1889


dopo la fake news dei 500 migranti e aver sentito gente che ne parlava e altri che si preoccupavano, oltre a non considerare la tragedia umana di chi prova a sopravvivere e fugge, lasciando tutto, vediamo questa se fa sorridere, visto che il povero Vincent, morì povero, ma ci lasciò un arte che ancora stentiamo a comprendere nell'immaginifica complessità che ci dona ancora.
FKN

Pasqua ortodossa a Magenta. 2017


Per la prima volta, a Magenta viene celebrata anche la Pasqua Ortodossa, lieto e raro momento in quanto quest'anno, essendo la Pasqua cattolica molto avanti, cade in concomitanza anche con la Pasqua ortodossa.
Molto suggestiva la processione e l'arrivo alla Chiesa di San Rocco

video e foto



giovedì 13 aprile 2017

I VERDI esultano. Con le genti del Parco del roccolo!

riceviamo e volentieri pubblichiamo

Parco del Roccolo. Negata l'AIA alla discarica. Avanti cosi

Settimana autentica, dice il lezionario ambrosiano cristiano; le Sacre letture si concentrano sulla figura di Susanna, vittima di un complotto, e dell'Angelo del Signore che per mezzo di un giovane, Daniele, riporta la giustizia.
Le suggestioni pasquali son certo intense, e ci riportano alla nostra quotidianità di ecologisti di base, lontani dai palazzi del potere ma vicini alla gente, nella gente e nei territori.
Come un fulmine a ciel sereno che squarcia la coltre di ipocrisia di Regine Lombardia, che prova ad attribuire a Milano Città Metropolitana colpe e responsabilità che non ha, i tecnici, dirigenti e personale di Città metropolitana, guidati dall'Eccelso Architetto, già Assessore Provinciale Verde, Pietro Mezzi che nonostante gli scarsi margini di manovra ha trovato motivazioni nel rispetto delle normative, quelle stravolte dalla Regione Lombardia a guida Leghista, per non dare parere positivo all'AIA autorizzazione intergrata ambientale.
Le Genti dell'Est Ticino, nonostante la lega nord e i doppigiochi di alcuni, hanno vinto la prima battaglia, ora si passa a quella successiva, far di un territorio, ormai consapevole del proprio ruolo storico; ricordiamo anche la vittoria contro il Lager di Galline Ovaiole, respinto con dignità e fermezza dai comuni tutti, e diventato caso nazionale, che ha portato a una nuova normativa nazionale, in merito agli allevamenti a terra. per il rispetto di tutti gli esseri viventi (lasciateci dire che ci ha portato in Europa, l'Europa dei diritti dei più deboli, non dei privilegi dei pochi).
Vogliamo un parco, vogliamo le bonifiche, vogliamo i ripristini ambientali, vogliamo decidere del nostro futuro, vogliamo riprendere in mano il nostro futuro. Lo stiamo facendo.
Che la politica si adegui, pare ovvio, ma non cosi scontato, per questo il nostro cristallino e sincero impegno Ecologista, come Verdi del territorio, a volte in sordina, ma sempre presenti, è forse ancor più prezioso, dei tanti proclami che lasciano il tempo che trovano. Noi ci siamo, le Genti del Parco del Roccolo ci sono, è ora che nei luoghi di tutela ambientale si dia la dignità che meritano con la conseguente progettualità; basta con i cacciatori come promotori di non si è capito cosa, basta con gli interessi di pochi, anteposti a quelli delle comunità che vivono e lottano per il loro futuro.
Oggi è un buon giorno, sarà una buona pasqua, e vogliamo pubblicamente ringraziare, i presidianti, i Sindaci e amministrazioni tutte, le associazioni ambientaliste, i comitati e, diciamolo, li vediamo e sentiamo come novelli "Daniele", il giovane ragazzo che dopo aver smascherato i giudici impostori che accusavano Susanna, ha guadagnato la stima e il rispetto del popolo tutto.
Evviva il Parco del Roccolo, Evviva i Verdi, Evviva chi difende e lotta per un mondo più giusto.

Ecologisti del Ticino




mercoledì 12 aprile 2017

un menù differente, non agnelli e spot

La Pasqua, la resurrezzione, il buon senso,
gli spot, la propaganda, essere se stessi
viene in mente Shakspeare, essere o non essere
chi scrive lo è tutto l'anno
per salute, per etica, perchè...
perchè il mondo nuovo, mica lo possiamo aspettare
dobbiamo viverlo

http://www.leitv.it/cucina/pasqua-vegan-ricette-menu-completo/

Milan l'è na gran Milan. Il parco Sempione come non te lo immagini

Negli spostamenti urbani in quel di Milano, non mancano sorprese, e può capitare di imbattersi in giovani mamme che accompagnando i bebè, si dedicano alla ginnastica

dal Brasile al Mondo, in difesa dell'Amazzonia e degli indigeni

un breve estratto della bellissima iniziativa milanese che ha visto i popoli indigeni del Guarani portare in Europa la narrazione di quello che sta avvenendo in Amazzonia

martedì 11 aprile 2017

Verdi: Non spostiamo Città Studi in area Expo

riceviamo e volentieri pubblichiamo da parte degli Ecologisti del Ticino

Un pendolo di Newton.
E' quel gioco in cui c'è una fila di palline appese a fili di acciaio. Si lancia la prima e l'urto si trasmette da una all'altra, fino a fine corsa. Poi il movimento riprende dalla parte opposta, secondo un fenomeno fisico chiamato dell'urto elastico.
Un urto elastico è quello che potrebbe innescarsi in relazione allo spostamento dei quartieri universitari di città studi a Expo. Viene spostata l'Università per coprire il buco di Expo, un'area rimasta vuota, che i cittadini, con referendum, avrebbero voluto mantenesse un'identità legata al cibo e all'alimentazione.
Un'area che nessuno ha voluto, disertando l'asta che metteva al bando i terreni.
Un urto elastico che riguarda anche la progettualità urbanistica del Comune di Milano: sposto l'Università per risolvere un problema, lasciando aperto un enorme buco su quella che sarà l'alternativa di ricollocazione degli stabili che verranno rimasti vuoti.

Buon compleanno Legambiente Parabiago! 22 aprile 2017

Il circolo Legambiente "il gallo" di Parabiago, compie 30 anni, essendo stato fondato nel febbraio 1987. 
In un territorio dove l'urbanizzazione civile e industriale aveva la prevalenza sulle tematiche ambientali,
l'impegno di cittadini sensibili al sorgere di problematiche relative alla salute delle persone e del territorio, portava la maggioranza dei parabiaghesi ad opporsi con forza alla scelta dell'amministrazione comunale dell'epoca, di realizzare un inceneritore all'interno dell'attuale parco del Roccolo, costituito proprio come risposta alle
future aggressioni del territorio. Quella fu la prima vittoria di Legambiente, cui seguirono numerosi progetti che hanno contribuito alla realizzazione di opere, come la ciclovia del Villoresi, la ristrutturazione di villa Corvini, all'impegno sulla tutela del territorio, all’incremento della raccolta differenziata, a iniziative in difesa della salute, come il monitoraggio delle acque potabili e di superficie, in particolare dell'Olona. 

lunedì 10 aprile 2017

LOMBARDIA: LEGALITA', AMBIENTE E LE ISTITUZIONI

l'ultima leghista di RadioPadania torna all'attacco del responsabile regionale comunicazione di VAS, Gilberto Rossi,  con attacchi da "Gomblotto degli idioti", insieme ad altri due soggetti che non val nemmeno la pena nominare, in quanto pecore nere delle loro professioni)
per questo, pare opportuno ridare pubblicità del meritorio lavoro archivistico di Gilberto Rossi.
Non vogliamo ipotizzare nulla, ma gli attacchi stampa e web a Gilberto Rossi, da parte di liberastampaaltomilanese per la penna di un tal Riccardo Sala e il fatto che il direttore Mattioni (ersilio e attilio a seconda della luna) ne diano pubblicazione, sinceramente lasciano l'amaro in bocca; dicevano i latini: a chi giova?

In memoria di Peppino Impastato, 
dagli amici di VAS Verdi Ambiente e Società
Il video del convegno alla casa della cultura di Milano
Milano 26 gennaio 2013
Legalità, ambiente e istituzioni. giornata di riflessione e interventi
presiede e introduce Guido Pollice Presidente nazionale VAS ONLUS
dal min. 16.30 intervento di Federico Cafiero De Raho, Procuratore Aggiunto della DDA di Napoli
dal min. 40.10 Raffaella Calandra di Radio 24 "il sole 24ore"
dal min. 56.40 Antonio Esposito
dal min. 1.21.00 Lucia Castellano già direttrice del penitenziario di Bollate e assessore della giunta Pisapia
dal min. 1.30.00 Daniele Granara docente di diritto costituzionale Università di Genova
video a cura di COERENZAETRASPARENZA il portale youtube che ha spinto e convinto della necessità per VAS di dotarsi di un proprio canale youtube 
(prossimo articolo di LIBERANOTIZIENEWS)

Tulipani metromilanesi 7 aprile 2017

Michela Palestra presidente del Parco Agricolo Sud Milano
video a cura di Milano Città Metropolitana


area cani Arluno

Dalla pagina fb del ViceSindaco di Arluno
Ecco le immagini dell'inaugurazione dell'#areacani di Arluno di sabato 8 aprile. Un grazie a quanti han partecipato: sindaco e giunta e consiglieri, arch. Bettetini dell'ufficio. Ecologia, comandante Micalizzi e PL, protezione civile, associazioni ATAAI, Happy dog e Can gatt e murun. 
L'ass.ne La Differenza per il rinfresco. Infine Damiano Carsenzuola per le immagini. Abbiatene cura!

la prima vittima della guerra, la verità.

Part onetra l'
nel piccolo comune di Ossona, nemmeno 5000 anime a ridosso del casello autostradale di Arluno, circola una tremenda voce, farcita di ignoranza e cattiveria e un pizzico di demenza.
Svisceriamo e analizziamo.
Es. della voce che han riportato nel piccolo comune metromilanese: "arrivano 500 immigrati alla Elios di Asmonte" (la elios è un sito produttivo dismesso).
come alle elementari analizziamo parola per parola e poi il significato
1. arrivano, come se qualcuno volesse arrivare a vivere in una vecchia fabbrica, di propria volontà-
2. 500 immigrati.
2a. La Prefetta di Milano eseguendo le normative dell'Unione Europea ha previsto in numero DUE, 2, di RIFUGIATI POLITICI, in fuga da guerre e violenze e in cerca di una vita degna di avere questo nome.
2b. non sono IMMIGRATI, come potevano essere gli italiani a inizi 900 ma sono RIFUGIATI POLITICI, come potevano essere gli italiani nel corso della seconda guerra mondiale, ovvero dal 1940 al 1945.
3. Elios di Asmonte. Non si capisce questa trovata da dove salti fuori.
4. Chi scrive è anche Capogruppo consiliare e su questo non è stato informato di nulla, e nella gerarchia dei ruoli del comune, per i comuni sotto i 15.000 abitanti, senza il presidente del Consiglio Comunale, ricordiamo, i capogruppi consiliari, dopo il sindaco, sono la seconda carica del paese.

dicevano i latini, per analizzare qualsiasi frase ed episodio, chiedersi a chi giova:
a chi giova questa frase demenziale che fa del razzismo implicito e sotteso la sua ragion d'essere?
a Voi la risposta.

Tremendo e triste che invece di risvegliare il senso di UMANITA' e carità, di accoglienza e compassione, tra l'altro nel corso della settimana Santa, si sentano queste sciocchezze che poi, vengono riprese da chi non è avvezzo a studi e non ha sentito il comunicato della Prefettura.

é matematica, Ossona 4200 abitanti, 2 per 4, non fa 500. Poi se gli asini volano, lasciamoli volare.

Il "Fuori salone" visto da Liberanotizienews

Milano per una settimana capitale del mondo del design
alcune immagini del fuori salone, Università degli Studi e Lambrate

Domenica delle Palme a Ossona (MIlano Metropolitana, zona ovest) 9 aprile 2017

Premessa, forse per evitare pregiudizi e giudizi, dovrei anche esporVi quello che in Uni, alcuni prof chiamavano "l'intellettuale con la coda", e altri il "Gibopensiero"; mi riferisco soprattutto alle mie posizioni politiche sulla difesa della vita e sul "precariato" e sulla ricomposizione sociale, che ora chiameremmo "Gentrification".
Detto questo, esplicito e sottolineo, come a prescindere dalle idiosincrasie individuali e vari giudizi, il vedere le piazze piene di gente, mi fa sempre piacere e (a meno che non siano destri razzisti) mi lascia sperare in un mondo più giusto, libero e accogliente.
Lasciam parlare le immagini.
per le letture della domenica
http://www.chiesadimilano.it/cms/lezionario-ambrosiano
e altre foto sotto

Minacce a un consigliere comunale di Ossona e tentativo di aggresione

Il video è ampliamente esaustivo, grazie alla diretta facebook e alle centinaia di persone che in quell'istante seguivano il video e alla provvidenziale presenza del Comandante Bollati, la situaizone non è degenerata;
altro elemento, nella narrazione dei fatti, per creare confusione, è subentarto un altro video fake da parte di Cronacaossona, sito leghista che ha ripubblicato il video con modifiche e altro.
Nota, Ossona e Casorezzo hanno il comando di polizia locale aggregato.
Ricordiamo che la lista civica Cambiamo Ossona ha già ricevuto vari tentativi di intimidazione di cui sono stati messi a conoscenza vari pubblici ufficiali della zona e anche in parlamento.
Buona visione. ringrazio per la solidarietà ricevuta;
n

Dimissioni di Guglielmo Gaviani cons. di Buscate Possibile

Dopo le dimissioni di Claudio Spreafico, il più amato dei turbighesi, che nelle ultime due tornate elettorali ha raccolto da solo più consensi del Partito Democratico, storico esponenete di Legambiente e di quell'ambientalismo preciso e sincero, angelo del territorio, e noto per essere coerente e riconoscibile col suo stile "francescano", riconoscibile dal calzare sempre i sandali, per ricordare quel che avviene in tutte le parti del mondo. 
Ora apprendiamo delle dimissioni di Guglielmo Gaviani, altro paladino dell'ambiente. di cui, a seguito riportiamo la sua nota dal profilo facebook;
ricordiamo che chi scrive è da ormai 4 anni, vittima di una campagna persecutoria e denigratoria da parte della leganord di Ossona e dai siti nazisti, dopo aver ricevuto minacce da neofascisti, e tentativi di aggressione, da parte di neofascisti e il caso più inquietante, da parte del vicecomandante di Polizia Locale Francesco Pianura, in seguito a una multa totalmente immotivata.
Forse tutto per "cancellare" questa vergognosa situazione riportata dai media nazionali?
Riportata da http://www.panorama.it dei famosi 79 voti all'ex Assessore Zambetti e ci han citato di partite a carte, nella notte nell'ex ristorante di Viale Europa, che ora ha già cambiato gestione, "CiccioMatto", di Pianura e Sergio Garavaglia.
E sul sito nazileghista cronacaossona appare una notizia che ne riporta le mai date dimissioni.
di Guglielmo Gaviani
Il 5 aprile ho protocollato le dimissioni da Consigliere comunale. Devo delle spiegazioni ai Cittadini che mi hanno eletto.
Undici mesi fa mi è stato chiesto di fare il candidato Sindaco per la lista Buscate possibile: una scelta obbligata dal fatto che nessuno aveva voluto prendere questa responsabilità e si rischiava di non presentarsi alle elezioni amministrative. Oggi gli stessi che non si sentivano pronti per prendersi questa patata bollente in mano sono quelli che mi hanno chiesto di dimettermi per consentire un "ricambio generazionale". C’era un accordo nella lista che prevedeva a metà mandato le mie dimissioni e l’ingresso di quella che sarebbe stata il candidato alle prossime elezioni amministrative. Ma l’impazienza fa brutti scherzi.
Naturalmente dietro a questa ipocrita retorica del “ricambio generazionale” c’è ben altro: un’idea diversa di “opposizione” (la mia sembrava a qualcuno troppo “intransigente” , vedremo come sarà e se sarà opposizione quella di chi prenderà il mio posto in Consiglio). C’era anche un'idea diversa di come rapportarsi con le forze moderate di ispirazione cattolica (Insieme per Buscate). Su questa seconda questione personalmente credo si giochi la possibilità di creare una vera alternativa amministrativa per il futuro di Buscate, altrimenti si è destinati ad un’altra sconfitta. Pare che anche questa idea non sia condivisa in Buscate possibile.
Fino a quando sono riuscito ho portato avanti un progetto politico con un enorme impegno personale e pagando di persona per alcune scelte fatte. Adesso non ci sono più le condizioni per continuare su questa strada con Buscate possibile ed ho deciso di dimettermi.
Ringrazio soprattutto quelli che mi hanno dato fiducia e continuerò a lavorare nel campo che mi è più congeniale, cioè quello culturale.
Un saluto
Guglielmo Gaviani