mercoledì 31 gennaio 2018

Insieme Verdi Psi e civici si presentano Milano Umanitaria 16 gennaio 2018

http://insieme2018.it/
“Insieme” è una lista di ispirazione ulivista che nasce dalla messa in comune di storie ed esperienze politiche consolidate come quella dei riformisti e degli ambientalisti con le tante realtà civiche del territorio. VERDI PSI e CIVICI
In questa lista, nata per le elezioni politiche del 2018, si rispecchiano molteplici visioni politiche che hanno come obiettivo la sostenibilità ambientale, sociale ed economica dell’Italia.

Il forte richiamo all’Ulivo, da parte di un’alleanza che vede come protagonisti alcuni dei suoi fondatori storici, vuole essere l’espressione della volontà di costituire un centro-sinistra ampio, partecipe e coeso come quello che ha portato alla duplice vittoria sulle destre in passato.

martedì 30 gennaio 2018

La democrazia al tempo del web, esclusioni; da Gianluca Solera

Dal Web, ricordiamo Gialnluca Solera è stato spesso nel magentino per presentare i suoi libri e è stato anche collaboratore dell'gruppo EuroParlamentare dei Verdi.
(sotto due video)
Riscatto mediterraneo di Gianluca Solera Monza 11 1 2014
Gianluca Solera Riscatto mediterraneo Magenta 15 3 2014


Articolo di Gianluca Solera
Questo è un comunicato. Il Comunicato n. 1, forse. E lo scrivo per spiegare ad amici e conoscenti che hanno saputo della mia autocandidatura alle Parlamentarie M5S 2018 e hanno manifestato il loro sostegno, come sia andata.

giovedì 25 gennaio 2018

Appello al popolo dell'acqua pubblica di Padre Alex Zanotelli

riceviamo e volentieri pubblichiamo
Il processo di privatizzazione dell’acqua ,in atto in Italia , è uno dei processi più criminali perché è una minaccia al diritto alla vita. Infatti è incredibile che nonostante che il Referendum del 2011,quando il popolo italiano aveva deciso che l’acqua doveva uscire dal mercato e che non si poteva fare profitto su questo bene così sacro, i governi Berlusconi, Monti, Letta, Renzi e Gentiloni hanno fatto a gara per favorire il processo di privatizzazione dell’oro blu.

martedì 23 gennaio 2018

Presidi democratici e antifascisti. Legnano 17 1 e Rho 20 1

Lasciamo la parola al portavoce di Legnano in Comune per le ragioni del presidio e  le dinamiche che hanno portato all spostamento dell'iniziativa neofascista.
Sabato mattina a Rho, CasaPound ha messo un bachetto per la raccolta delle firme, la democratica e antifascista a organizzato un presidio; a seguire il comunicato stampa dei promotori
video Presidio Rho
ARCI      che donne Rho
FRONTE POPOLARE Milano
RIFONDAZIONE COMUNISTA Rho e Pero
SGB Sindacato di Base
SLAI COBAS Alfa Romeo
CENTRO SOCIALE FORNACE Rho
Gli antifascisti sfilano in corteo: il banchetto fascista protetto dalla polizia

Falò no discarica 2018 per il quinto anno consecutivo al Presido tra Casorezzo e Busto Garolfo

Video falò di Sant'Antonio 2018 

dei falò e delle sue genti, tra memoria e futuro

Prendo spunto da un breve dialogo su facebook, per condividere alcune considerazioni in merito al senso del falò (con una voglia immensa di consigliare una serie di saggi sulla necessità del "reincantamento" del mondo, inteso, come ricostruzione di senso e significato plurale e condiviso, da Bauman, Ritzer, Chomscky, e vari autori italiani) ma nel breve dialogo, mi è garbata anche la piega della discussione volta in positivo con proposte e soluzioni per ridurre il traffico.
A seguire alcuni video dei Falò di Sant'Antonio, principalmente quelli "no discarica" nel cuore del Parco del Roccolo, al Presidio tra Casorezzo e Busto Garolfo, ricordiamo che già 14 anni fa a Ossona il falò fu occasione per dar risalto alla mobilitazione contro l'Antenna con un immenso falò nella zona nord del paese; 
ricordiamo anche a Marcallo con Casone la fiaccolata (ci negarono il permesso per accendere il falò; era la famosa "notte dei fuochi" dove in tutta Italia, si accendevano pire per un senso di comunanza simbolica) in difesa di oltre una decina di bagolari e di un campo,  ora sacrificati per una inutile deserta strada; senz'altro sto scordando qualche altro falò che ha scritto la storia, ma non posso non chiudere la parentesi falò, senza citare i ragazzi di "terre di fantasia" che ogni anno regalano ai bimbi e grandi cuggionesi momenti indimenticabili, tra la fiaba, la fantascienza, la storia e la tradizione (penso a Sant'Antonio e gli alieni, tema del falò 2017 come esempio)

Le leggi della Regione Lombardia. Archivio WEB

Un importante servizio di Regione Lombardia
da

"In questa banca dati sono presenti tutte le leggi e i regolamenti della Regione Lombardia, corredati da informazioni e documenti riguardanti l’iniziativa, la formazione e l'attuazione della legge e la valutazione delle politiche.
La consultazione avviene nel testo vigente; sono forniti anche i documenti allegati (tabelle, grafici, ecc.) se non particolarmente complessi. È inoltre possibile consultare i testi storici e confrontarli tra loro grazie alle apposite evidenziazioni.
È disponibile il "link" alle norme citate nel testo consultato, siano esse regionali o nazionali, ed è possibile visualizzare i riferimenti alle disposizioni normative modificate e a quelle che recano modifiche (riferimenti attivi e passivi).

concerto NoDiscarica Casorezzo 28 gennaio 2018 h.21


CACCIA: PASSEGGIATA ECOLOGICA IN DIFESA DI UOMINI E ANIMALI

riceviamo e pubblichiamo
ANIMALI
83 PERSONE FERITE O UCCISE, MILIONI DI ANIMALI MASSACRATI. RACCOLTI CENTINAIA DI BOSSOLI, PERICOLOSI PER LA SALUTE DEI CITTADINI, ABBANDONATI DAI CACCIATORI. QUESTI I NUMERI DELLA CACCIA CHE IL 68,5% DEGLI ITALIANI VORREBBE ABOLIRE. L’INIZIATIVA DI ANIMALISTI ITALIANI ONLUS HA PERMESSO DI SALVARE CENTINAIA DI ANIMALI.
Con fischietti, trombe e musica, decine di volontari hanno “spaventato” beccacce, ghiandaie e tanti altri animali, sottraendoli ai colpi mortali dei cacciatori. Il Presidente di Animalisti Italiani Onlus, Walter Caporale“Stop alla chiusura della caccia ulteriormente prolungata, da alcune Regioni, al 10 Febbraio. Nei prossimi giorni invieremo ai dieci Governatori amici dei cacciatori (Lazio, Calabria, Campania, Basilicata, Liguria, Marche, Molise, Sardegna, Umbria e Veneto) le foto dei bossoli che abbiamo trovato e che non sono stati recuperati da chi uccide animali, inquina l’ambiente e le falde acquifere, con grave rischio per la salute di donne e bambini”.
Trombe, fischietti e musica, ma anche coperchi, pentole e mestoli. Con questo “arsenale”, decine di volontari di Animalisti Italiani Onlus (www.animalisti.it), hanno percorso, questa mattina, chilometri e chilometri delle campagne viterbesi, con l’obiettivo di mettere in fuga beccacce, ghiandaie e tanti altri animali, sottraendoli ai colpi mortali dei cacciatori. 

ANTIBRACCONAGGIO CARABINIERI FORESTALI E WWF RINVENUTE MUNIZIONI E UN FUCILE SUI MONTI LATTARI

riceviamo e pubblichiamo
ANIMALI
Operazione antibracconaggio del Nucleo Carabinieri Forestali di Castellammare di Stabia che, assieme al WWF Terre del Tirreno, hanno effettuato un controllo delle zone di caccia nel Parco Regionale dei Monti Lattari e sul territorio della Penisola Sorrentina. 

Durante un pattugliamento effettuato nei giorni scorsi, anche in orari notturni e all’alba, sono stati controllati numerosi cacciatori ed individuati diversi nascondigli, abilmente occultati tra la vegetazione e nelle grotte calcaree della dorsale dei lattari che guarda il golfo di Salerno, con 150 munizioni da caccia ed un fucile!  Si tratta di un espediente per poter cacciare di frodo in qualsiasi periodo dell’anno, anche a caccia chiusa ed a specie protette: i fucili infatti non vengono portati da casa ma sono nascosti nella montagna, dopo averne abraso la matricola, sotto i muri, in grotte o tra la vegetazione, assieme alle munizioni, costituendo un ulteriore grave pericolo. 

A GHEDI IL 20 GENNAIO LA MANIFESTAZIONE PER DIRE NO ALLE GUERRE SI AL DISARMO NUCLEARE

riceviamo e pubblichiamo

A GHEDI IL 20 GENNAIO LA MANIFESTAZIONE PER DIRE NO ALLE GUERRE SI AL DISARMO NUCLEARE
Chi non è bersaglio diretto non si senta al sicuro: in una guerra nucleare i sopravvissuti invidierebbero i morti!
di Alfonso Navarra – resoconto dopo Ghedi 20 gennaio 2018
A Ghedi si è svolta, il 20 gennaio, la manifestazione nazionale per dire “basta guerre, si disarmo nucleare”, indetta dal Forum contro la guerra (www.forumcontrolaguerra.org), con l'adesione di varie realtà, tra le quali i Disarmisti esigenti.

Il corteo ha attraversato la cittadina di circa 19.000 abitanti, si è fermato davanti alla RWM (produce le bombe che l'Arabia Saudita impiega in Yemen) e infine, dopo uno spostamento di 6 Km, si è concluso davanti alla base aerea “Luigi Olivari”, che ospita le B-61 del “nuclear sharing NATO”.

I verdi e Socialisti Insieme, un opportunità per la democrazia italiana

riceviamo e volentieri pubblichiamo
http://verdilugo.blogspot.it/2018/01/insieme-unopportunita-da-cogliere.html#more
Il 73% degli iscritti Verdi in Italia ha votato per aprire un dialogo con il PD in vista delle elezioni politiche. Nell'incontro tra i Verdi ed il PD si sono concordati alcuni punti programmatici tra i quali un piano per il clima e le energie rinnovabili, la rottamazione del motore a scoppio, lo sviluppo del trasporto pubblico e della mobilita ciclabile, l'agricoltura biologica e biodinamica, la riduzione dell'uso dei pesticidi, la difesa della biodiversità e dei diritti degli animali, la difesa del suolo e il risanamento del dissesto idrogeologico... e una svolta verde nell'economia italiana. Sul sito nazionale www.verdi.it si trova il documento integrale. 

Questo dialogo è stato reso possibile anche dalla posizione assunta dal Governo contro il glifosato e contro la proposta di legge Falanga a favore dell'abusivismo edilizio che è stata accantonata. Certo questo dialogo è avvenuto forse tardivamente per una scelta sciagurata del PD di voler rappresentare da solo tutte le culture di centrosinistra. E dopo gravi errori del PD come il contrasto al referendum contro le trivelle, indetto peraltro da presidenti delle Regioni in gran parte PD. 

I Verdi, insieme con esponenti dell'area di Prodi, realtà civiche e socialisti hanno dato vita alla lista “Insieme”, di ispirazione “ulivista”. Lo stesso Romano Prodi ha speso parole di incoraggiamento. Questa lista si apparenterà con il PD ed alleati nei collegi uninominali e si presenterà nella quota proporzionale. Un'opportunità per chi vuole votare il centrosinistra, ma con una cultura politica e programmatica innovativa che mette insieme la questione sociale con quella ecologista. 

Si poteva fare meglio e di più e diversamente? 

Con questa legge elettorale e con la forza attuale dei Verdi l'alternativa sarebbe stata non presentarsi alle elezioni politiche. Tra due anni, alle elezioni europee, forse i Verdi si presenteranno da soli, forti della loro appartenenza al partito Verde Europeo ed esentati quindi dalla raccolta delle firme. 

Ed il rapporto con Liberi ed Uguali? 

Con loro si era aperto un dialogo che sembrava proficuo, ma che poi è naufragato e non per responsabilità dei Verdi. Le elezioni siciliane, che ci vedevano alleati, non sono state un'esperienza positiva di convivenza. Inoltre LeU ha pensato di esaurire l'assunzione di temi ambientalisti con la candidatura della ex presidente di Legambiente. Positivo che una formazione di sinistra si apra ai temi ambientalisti, ma il superamento di un modello industrialista e lavorista richiederebbe ben più che una candidatura. 

In ogni caso evitiamo polemiche con chi governa con il PD la Regione e molti enti locali. Non siamo certo noi, liberi da vincoli, che portiamo la responsabilità di politiche a volte assai discutibili proprio sui temi ambientali. La vicenda Ilva poi pesa come un macigno anche sulla sinistra e non solo sul PD. Quindi evitiamo la caccia ai Verdi. Noi non andiamo a caccia di nessuno: esprimiamo una proposta di conversione ecologica della società oggi più che mai necessaria anche in Italia. 

I nostri avversari sono il centrodestra che ha saputo unirsi nonostante le grandi diversità (mentre nel centrosinistra purtroppo prevalgono le divisioni) ed i grillini che, al di là dei proclami, rappresentano una nuova destra assai pericolosa (vedi ius soli). 

Il 27% degli iscritti Verdi che non era d'accordo? 

Spero che si convincano di qui al 4 marzo. E colgano l'opportunità di INSIEME. In ogni caso per loro c'è come sempre molto da fare a tutti i livelli, a prescindere dalle elezioni politiche. Quello che ci unisce va ben più in profondità di una scelta contingente. 

domenica 21 gennaio 2018

Dai verdi di Ossona. La proposta ecologista non si ferma

Riceviamo e volentieri pubblichiamo  dai Verdi di Ossona

Son già passati quasi 4 anni...
questo l'integrale della presentazione della Lista EcoCivica di 4 anni fa
video CAMBIAMO OSSONA si presenta, tra idee e musica 22 maggio 2014

considerando che questi anni di amministrazione (eufemismo, visto lo stato di abbandono, e i 3 anni di cantierizzazione per 300 metri di fogna) hanno visto una sostanziale stasi, per non dire regressione, quello che era il programma e la proposta del 2014, è ancora attuale.
(personalmente mai avrei immaginato di trovare tante cose "strane" nell'amministrazione ossonese, e soprattutto, il sistematico rifiuto all'ascolto e alle proposte avanzate);
Oltre all'attività ossonese di Cambiamo Ossona in questi anni, abbiamo portato la voce degli ossonesi in #regionelombardia per i #pendolari (e proposte inascoltate in comune, come per le pensiline alle fermate dei bus) dei #bus e dei #treni 

venerdì 19 gennaio 2018

Della Sanità in lombardia, e dei falsi miti

ricevo e pubblico, cogliendo occasione per ringraziare i veri angeli che animano le strutture ospedaliere, in condizioni che... un grazie a tutto il personale medico, sanitario e ospedaliero. grazie. 
A voi la lettura.
Da un'amica:
"Il Policlinico di Milano è il fiore all'occhiello della sanità italiana.
L’Ospedale vanta tutte le specialità e, per l'effetto, in Pronto Soccorso arrivano persone con i più svariati tipi di problemi che la medicina occidentale è in grado di curare.
Il suo Pronto Soccorso è stato ristrutturato 3 anni fa, rendendolo il più grande e moderno Pronto Soccorso pubblico nel cuore di Milano.
Il Pronto Soccorso del Policlinico di Milano ha 1 (un) medico di guardia.
Di giorno e di notte. 

mercoledì 17 gennaio 2018

Si chiude con un record la campagna abbonamenti della Stagione 325 ABBONATI PER LA STAGIONE TEATRALE DEL LIRICO DI MAGENTA, +40% IN 1 ANNO

riceviamo e pubblichiamo, complimentandoci per questo importante traguardo.

"Un evidente riconoscimento della qualità proposta e del riuscito mix tra spettacoli di generi diversi. 
Ma soprattutto, uno sprone a fare sempre di più e meglio"

MAGENTA - Si è chiusa con un nuovo record la campagna abbonamenti 2018 della stagione teatrale del Teatro Lirico di Magenta. 
La positiva sinergia tra Comune di Magenta e Teatro dei Navigli ha permesso di chiudere con la bellezza di 325 tessere 'staccate' nell'arco di poche settimane.
 
La vendita degli abbonamenti alla stagione era partita col botto (100 abbonamenti venduti nei primissimi giorni), chiudendosi a quota 325, con un aumento del 41% rispetto al dato della stagione 2017.
 
Un risultato eclatante, sfociato nel 'tutto esaurito' registrato in occasione dell'Avaro di Moliere, con Alessandro Benvenuti e la regia di Ugo Chiti, giovedì 11 gennaio.
 

lunedì 15 gennaio 2018

Insieme per la Lombardia. Milano Martedì 16 gennaio Umanitaria h.20

riceviamo e volentieri pubblichiamo
Martedì 16 gennaio 2018  h.20
Milano  Società Umanitaria - Via San Barnaba, 48 
La sera di martedì 16 gennaio 2018, alle ore 20.00, alla Società Umanitaria di Milano, in Via San Barnaba, 48,
Giorgio GORI - candidato presidente per la Regione Lombardia;
Riccardo Nencini - senatore, vice-ministro, segretario nazionale del Partito Socialista Italiano;
Angelo Bonelli - ex parlamentare, presidente della Federazione dei Verdi;
insieme alla parlamentare socialista lombarda Pia Locatelli, al segretario regionali PSI Lorenzo Cinquepalmi,  ai coportavoce regionali della Federazione dei Verdi, Aldo Guastafierro ed Elisabetta Patelli, e ai rappresentanti di Area Civica, presentano, in assemblea pubblica, le candidature delle liste "INSIEME" e "x Gori INSIEME" alle prossime elezioni nazionali e regionali.
Presenterà i candidati e condurrà la serata il giornalista Edmondo Rho.
Socialisti,  Verdi, Civici, Prodiani spiegheranno le ragioni del loro impegno comune, presenteranno i loro programmi e le candidature sia alle prossime elezioni politiche che alle prossime elezioni regionali lombarde.
Insieme è un'iniziativa politica di ispirazione Ulivista, destinata a svilupparsi ben oltre le prossime elezioni: un messaggio di unità in una sinistra minata dal male del dividersi, attenta ai problemi concreti sociali, del mondo del lavoro, dei diritti, dell’ecologia e dei cambiamenti climatici.
Milano, 12 gennaio 2018



mercoledì 3 gennaio 2018

Commissione paesaggio, una finestra no, un mc donald e un discount si.

Il titolo, già dice tutto, per chi ha seguito le dinamiche magentine negli ultimi due anni.
Ci sono un po' di dubbi, alcuni che buttano il tutto in ridicolo, e altri che però, segnalano e indicano le evoluzioni delle fasi politiche;
da chi è composta la commissione? o meglio, da chi era composta e da chi è composta ora, la commissione paesaggio?
(nella mente ripetersi il gattopardiano "cambiare tutto perchè nulla cambi", con l'apoteosi, che non han dovuto nemmeno cambiare).

Questo brevisssimo "Non articolo" vuole solo far riflettere, su come la realtà, o meglio la sua narrazione, sia, appunto, una narrazione, e mentre sorgevano i due edifici in prossimità della rotatoria della Boffalora Malpensa, per una finestra veniva giù il mondo.

Non entro nel particolare della finestra di PonteVecchio, ma vorrei solamente ricordare che sono importanti le restrizioni e tutele per il Parco del Ticino, poi, non si può verniciare una finestra, ma si può costruire una autostrada in una riserva della biosfera, o cercare il petrolio.

Una commissione particolarmente sfortunata, visto che era presente, non sappiamo se in quota Forza Italia o di quale partito, anche un professionista che ha, o non ha, o aveva, o aveva ma non era grave, o era grave, ma fa niente che tanto sei in Italia, un chiaro conflitto di interessi.

Per voi cittadini del mondo lontano dai quotidiani locali e dai vari media, basti sapere che questa vicenda sta avendo seguiti legali e l'architetto in quota rifondazione, è stato confermato nonostante l'uscita dall'emiciclo magentino di Rifondazione, e... mentre il Papa si apre all'ecologismo sociale, e affronta temi che hanno della società, della natura, del rispetto degli esseri viventi, la sua ragion d'essere, una parte della sinistra magentina, si chiude in se stessa su posizioni autoreferenziali e individua in quelli che dovrebbero essere i naturali alleati (come nei paesi a fianco, non su stelle lontane) i nemici.

Chiudiamolo qua, vediamo cosa si muove.

lettera aperta di INSIEME (Verdi, PSI e Civici) a Emma Bonino

“Siamo pronti a collaborare sin da subito, in risposta al vostro appello di ieri, per mettere insieme le forze ed aiutarvi a superare così il problema delle firme per la presentazione delle liste alle prossime elezioni politiche
Questo il messaggio ai leader di +Europa Emma Bonino, Benedetto della Vedova e Riccardo Magi, inviata da Giulio Santagata, Angelo Bonelli e Riccardo Nencini,  promotori della lista di ispirazione ulivista Insieme, alleata con il Pd alle prossime elezioni.
“La nostra – proseguono i promotori di Insieme – non è una semplice proposta tecnica destinata a superare l’impasse creata dai meccanismi della nuova legge elettorale; agli amici Radicali non vogliamo far sapere solo come possiamo farlo ma soprattutto perché vogliamo farlo.
Quello che proponiamo, infatti, è anche e principalmente un vero accordo politico per mettere insieme le nostre culture di provenienza e le nostre forze all’interno di un’unica lista  per ribadire la centralità del pilastro europeo all’interno della proposta del centrosinistra per il governo del Paese nei prossimi anni.”
“Il tratto identitario e la ragione che ha visto la nascita di “Insieme” è lo sforzo incessante per ricercare l’unità e la condivisione del centrosinistra più ampia possibile. Il centrosinistra deve essere in grado di ritrovare e di proporre agli italiani il massimo di unità possibile mettendo al centro la prospettiva europea come faro per individuare proposte per governare le sfide del presente e del prossimo futuro: la compatibilità ambientale e sociale della crescita economica, la coesione sociale e territoriale, l’uguaglianza e la tutela della libertà e dignità personale davanti ai temi etici.
Per fare tutto questo ci vuole +Europa, ma dobbiamo farlo Insieme”. Concludono Santagata, Bonelli e Nencini.