lunedì 29 agosto 2016

domenica 28 agosto 2016

Mesero San Bernardo e solidarietà

mentre si festeggia per le strade e per le piazze di Mesero la festa di San Benedetto, è stata anche occasione per una raccolta fondi per le vittime del terremoto.
Mesero è ufficialmente Città; e pur essendo di piccole "dimensioni" possiede e ospita nel proprio territorio "perle" di bellezza, che vi invitiamo a scoprire;
in una breve carrellata fotografica, per far conoscere in tutta Italia delle particolarità che nemmeno i "vicini" conoscono o considerano, ma che in realtà fan la differenza nella qualità della vita; come una casa di riposo, in centro al paese, e quindi comodamente visitabile dai parenti,
Un giardino con murales e uno splendido portico fatto con i glicini e, per la storia, le parole non bastano!
passate a visitar la CITTà DI MESERO

festa antispecista 2016

impossibile riassumere in un singolo articolo cosa significa e l'elevatissimo portato culturale e sociale di questa incredibile e meravigliosa festa; ci limitiamo alla pubblicazione di foto e auna brevissima intervista sui dolci
per saperne di più, ecco il link http://festa-antispecista.org/

e i dolci vegan https://www.youtube.com/watch?v=Q-IlSOpEwXw


Mesero diventa città! Vittorio Sgarbi e l'arte Lombarda

vivissimi e sinceri complimenti all'amministrazione meserese e a tutti i meseresi per questo meritato e importante traguardo;
ultima ma non di minore importanza il ruolo della presenza del Santuario di
Santa Gianna Beretta Molla; Mesero un vero scrigno di suggestioni artistiche e di bellezza che invito tutti a scoprire da soli;
il maestro è colui che fa porre le domande e invita a trovar le risposte, nulla più.
il link del sito del comune, a mio avviso, ben curato e già soddisfacente le prime curiosità
http://www.comune.mesero.mi.it/

foto e video
VIDEO l'arte Sacra in Lombardia


sabato 27 agosto 2016

State zitti, per favore. da una dottoressa

un commento a uno dei tantissimi messaggi sul terremoto, da una Dottoressa specializzata in anestesia e rianimazione

"State zitti, per favore.
Non c’è molto da fare quando la natura decide così. Ma soprattutto, non c’è molto da dire.
Lavoro all’ospedale regionale di Torrette, Ancona. Ieri ho vinto un simpatico turno di 12 ore in guardia. Abbiamo lavorato poco rispetto a quanto abbiano fatto i nostri colleghi di Ascoli e San Benedetto (bravissimi, perfetti, prontissimi). Noi eravamo troppo lontani anche per l’elicottero. Eravamo anche in sotto numero, perché alcuni di noi sono andati a dare una mano giù.

venerdì 26 agosto 2016

terzo e quarto binario tra Rho e Legnano

riceviamo e volentieri pubblichiamo, sottolineando che è assurdo e paradossale, nel 2016, avanzare proposte come se si fosse nel 1960, e facendo finta che non stiam vivendo tutti da 10 anni una forte crisi economica che ha il risvolto visibile e concreto di una riduzione dei trasporti; 
incredibile come Legambiente, invece di promuovere il trasporto pubblico, si faccia promotrice di inutili linee ferroviare.
sostenibilità, promuovere consapevolezza alimentare e filiere corte, non ha nulla a che fare con "nuovi inutili agevolatori e attrattori di traffico"
il problema per i pendolari della linea s5 varese milano è stato creato ad Hoc, riducendo il numero di carrozze; su questo ricordiamo che a "sistema" i treni "promessi" sono ogni 15 minuti, e non ogni 30 minuti, come adesso.
basterebbe mettere le 9 carrozze nelle ore di punta;

sulla vicenda trasporto, la crisi ha risolto il problema e va di ricordare, che i tir in Italia, viaggiano vuoti per il 30%

fatta questa premessa la precisa lettera del comitato che da anni si batte contro lo scempio del terzo e quarto, INUTILE, binario

Oggetto:        Dibattito pubblico Terzo e Quarto Binario
 Spett. Legambiente,
Siamo venuti a conoscenza del dibattito pubblico che la vostra sezione di Canegrate ha organizzato per venerdì 2 settembre sul tema “Trasporti: il futuro corre sulle rotaie del terzo e quarto binario”, al quale sono stati invitati i Sindaci di tutti i Comuni interessati e un rappresentante di RFI.

considerazione dal Forum Sociale Mondiale di Montreal, da Mario Agostinelli

riceviamo e volentieri pubblichiamo, da Mario Agostinelli (Energia Felice, già consigliere regionale della Lombardia)
augurandoci e auspicando nasco un fervente dibattito anche in Italia, dove, purtroppo i media e il 77° posto per libertà di comunicazione, han dato il loro esito, nell'oscuramento del FORUM SOCIALE MONDIALE
A conclusione di una iniziativa certamente in discontinuità con quelle precedenti, che ho avuto l’occasione di frequentare tutte, avanzo qui alcune considerazioni.


1.Non credo che l’unico aspetto su cui valutare le differenze rispetto al percorso dei FSM avviati 15 anni prima a Porto Alegre dipenda dalla latitudine e dalla discriminante dovuta al minore potere politico-economico e sociale detenuto dai paesi dell’emisfero Sud. E’ vero che i partecipanti erano in gran parte locali e che questa volta si è entrati nella “tana del lupo”, a fianco delle sedi delle più potenti multinazionali, dentro le aule delle Università che ospitano e spesso organizzano  altrettanti “think tank” del potere globale, in una cultura in cui la tradizione cristiana non ha tratti provinciali o scaramantici, ma ecumenici e a radicamento sociale (ascoltatissimi i seminari sull’Enciclica Laudato Sì e quelli organizzati contro le multinazionali dalla rete mondiale dei comboniani di Zanotelli, oltre a quelli dei giovani scout). Ma è pur vero che la crisi ha confuso anche i sacerdoti del liberismo che si riuniscono a Davos, al punto che l’interpretazione del mondo e del futuro con cui misurarci non ha più ricette di riferimento. Anzi, la percezione di questo mutamento è molto più dei popoli che dei governanti e questo fa sì che anche piccole esperienze locali alternative valgano più come proposta che come rifiuto. Il che crea le condizioni per un pensiero nuovo, ma offre anche il destro al “pensiero unico” di reiterare a qualunque costo il presente, renderlo immutabile, anche attraverso le restrizioni sulla libertà e la democrazia e le forme di repressione che ovunque si avvertono da parte delle istituzioni e dei governi (il 60% delle domande di visto per il Qebec dall’Africa e dal medio Oriente sono state rifiutate dal governo canadese). A Montreal ho assistito allo stato dell’arte (direi al fiorire) delle prime, mentre, ad esempio, in Italia se ne taceva e si continuava (e continua) a trattare solo delle seconde. 
Ho potuto ascoltare il premio nobel Stiglitz sostenere che il referendum istituzionale in Italia, con la limitazione ai poteri del parlamento, sia un errore di prospettiva e sia diventato un abbaglio su quali siano oggi le priorità.

giovedì 25 agosto 2016

Dopo il terremoto. LETTERA APERTA AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DI SAURO TURRONI (Verdi)

riceviamo e volentieri pubblichiamo
DOPO IL TERREMOTO - LETTERA APERTA AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DI SAURO TURRONI (VERDI) ex parlamentare ed ex Presidente della Commissione Ambiente e Lavori Pubblici della Camera : “Metta l’Italia in catene e investa in sicurezza e lavoro”.
Signor Presidente,
intendo manifestarle il mio apprezzamento per l’impegno che sta dimostrando in questa gravissima circostanza e con l’intento di collaborare e dare il mio contributo, sento il dovere di farle presente alcuni problemi insiti in talune decisioni riguardanti i temi dell’edilizia e della ricostruzione che dovrà prendere in breve tempo .

San Bartolomeo Ossona in festa (seconda parte) video e foto

Un pensiero alla tragedia che ha cancellato un decimo del paese di Amatrice (si parla di 247 morti, in un paese di 2500 persone; riporto i numeri per dare il senso, visto e considerato che Ossona ha circa 4300 abitanti); ci si sta organizzando per la raccolta dei generi di prima necessità, a breve notizie, alcune info su 

tornando alla festa:


mercoledì 24 agosto 2016

tolla non oro; finti ecologisti e ambientalisti crescono,

finti ecologisti e ambientalisti crescono, non caschiamoci e non confondiamo l'oro con la tolla, per non dire altro
un circolo di legambiente che vaneggia sull'utilità di fare terzo e quarto binario tra vanzago e legnano... quando basterebbe adoperare adeguatamente i binari esistenti, con 9 carrozze per i treni pendolari e coordinare i treni merci,
un comitato "salviamo il paesaggio", fatto da ex amministratori di destra, in combutta con l'ultimo blog leghista fa confusione per "difendere i leghisti in regione"
questo fa solo sorridere, legambiente ogni giorno perde iscritti
(purtroppo, ma si capisce il perchè)
(salviamo il paesaggio, ha necessità di coordinarsi e tutelarsi da chi lo usa come specchietto per le allodole), la lega non esiste, e quindi non c'è problema.
escono i dati sul MOSE, il sistema di paratie contro l'acqua alta a Venezia, praticamente già da rifare talmente è mal concio e..
milano un appalto di 80 milioni di euro per gestire il verde pubblico, quando basterebbe dare direttive agli organici già presenti
si, in 192 secondi ne ho viste già troppe,
una sola convinzione, serve una FEDERAZIONE DEI VERDI, come in Germania, puntuale, radicata sul territorio e radicale nella visione del mondo, radicale nella proposta delle soluzioni, radicale, seria e coerente;
non una agenzia del greenwashing per il potente di turno
#verdi #egp #greens #salviamoilpaesaggio #legambiente #ecologia #mobilità #ferrovia

San Bartolomeo ossona in festa 2016 foto

mentre arrivano le agghiaccianti notizie del sisma e delle vittime, è diffilcile pensare alla Festa
comunque sia, a breve info per gli aiuti
grazie a Don Angelo per averci narrato di come la chiesetta di San Bartolomeo, vero vanto e scrigno di cultura e bellezza per tutti gli ossonesi e non solo, è stata "usucapita" da una delle nipoti di Don Nardi, e grazie a una causa civile, ora è a tutti gli effetti patrimonio della Parrocchia di Ossona, Grazie Don!!

dai tempi dell'università, San Bartolomeo mi ricorda anche la strage del 1572, mi pare giusto condividerla con tutti voi, per il "giorno particolare"
da Wikipedia
https://it.wikipedia.org/wiki/Notte_di_san_Bartolomeo

e ora un po' di immagini e le prime interviste dalla Fiera
le mostre in Villa Litta Modignani e a seguire tra i banchi della fiera

Cava Casorezzo Busto Garolfo. puntini sulle i.

premessa:
Gerarchia normativa,
le leggi comunali, sottostanno a quelle provinciali, ora "metropolitane" (cambia il nome non la sostanza); quelle metropolitane a quelle regionali, quelle regionali a quelle nazionali, quelle nazionali ai trattati internazionali, ovviamente se ratificati.

premessa bis, Provincia di Milano governata da Penati ha avuto molti difetti e limiti, ma era sensibile, in parte, ai temi ambientali, c'era lo sportello diritti degli animali, le deleghe per agenda 21 e i parchi, gli sportelli infoenergia;
poi, vince il centrodestra con Podestà, e viene smantellata ogni minima tutela ambientale; come?
cambiando i dirigenti e lasciando fallire o eliminando in toto alcuni servizi.

legge del rio, che istituisce le città metropolitane

i cittadini non votano più i consiglieri provinciali, ora metropolitani, ma diventano "elezioni di secondo livello", ovvero solo i consiglieri comunali, con voto ponderato a seconda dei comuni di residenza, votano per nominare il nuovo consiglio metropolitano e il Sindaco del Comune Capoluogo, ovvero Milano, diventa contemporaneamente il Sindaco della Città Metropolitana;

detto questo, abbiamo gli elementi per comprendere come si stia creando una "gran confusione" sulla responsabilità DECISIONALE, tutta POLITICA della vicenda CAVA di Casorezzo e Busto Garolfo.

Il resto è un triste gioco delle parti, che i cittadini giustamente, mal digeriscono.

Nodo centrale, si è scoperchiato un vaso di pandora, e si è scoperto che ad ogni ampliamento di Cava, doveva, corrispondere una bonifica sul sito usato precedentemente; bonifiche, che, pare, cosi dicono, non sono mai state fatte.
A questo punto ci chiediamo di cosa si sta parlando.
Nel frattempo, il presidio antidiscarica è vivo e vegeto, non solo qualche sabato nel mese di agosto, ma sempre.

Imbarazzante il silenzio del Parco del Roccolo, che però, ricordiamo, non è fatto da supereroi, ma vive della volontà dei pubblici amministratori.

a breve notizie

sabato 20 agosto 2016

OLIMPIADI 2016 medagliere al 20 agosto 2016

MEDAGLIERE 2016



due immagini significative di questi giochi Olimpici, nonostante le tremende guerre che stanno insanguinando il pianeta alla faccia della tanto agognata e mai attuata tregua olimpica, sono in merito alla gravissima situazione che sta vivendo il Brasile e la sua democrazia; 

Saprà il FSM 2016 di Montreal mantenere la rilevanza del FSM?

riceviamo da Mario Agostinelli dal FORUM SOCIALE MONDIALE (FSM)

Il FSM a Montreal è un punto di svolta per il futuro del FSM.
Il primo World Social Forum che ha avuto luogo nel nord del mondo si è concluso. Il successo dal punto di vista del contenuto e della diversità delle reti partecipanti, anche attraverso la creazione di spazi autonomi e comitati auto-diretti è evidente
Tuttavia, sembra ora assolutamente necessario lavorare in una prospettiva di convergenza, volendo andare oltre la funzione di scambio e di dibattito di questo evento. 

Ma non basta più un tempo e uno spazio per lo scambio. Deve nascere un'unità più ampia per contrastare la globalizzazione neoliberista.
Il FSM era nato in Brasile, in un contesto caratterizzato da un aumento nelle lotte sociali e il sostegno popolare del il Partito dei Lavoratori. Sostenendo il FSM, i movimenti sociali brasiliani e il PT hanno puntato ad esportare energia per mobilitazioni locali a livello globale per resistere meglio alla globalizzazione e evitare l'isolamento. Nel frattempo, il contesto internazionale ha prodotto un indebolimento degli Stati nazionali e la mercificazione del pianeta, dieci anni dopo la caduta del muro di Berlino. Quel processo è 'stato fondamentale per creare il più ampio fronte possibile al fine di offrire un'alternativa in termini di giustizia sociale con nuovi rapporti di solidarietà all'interno e tra i movimenti sociali, su basi indipendenti dai partiti politici.

mercoledì 17 agosto 2016

sassolini dalle scarpe, come "san pietrini", la verità in quel di Ossona

da CAMBIAMO OSSONA
e un invito a una lettura estiva in spirito olimpico
http://riccardogazzaniga.com/luomo-bianco-in-quella-foto/

NERO SU BIANCO. agli analfabeti e ai loro servi sciocchi, 
rispondiamo con la nostra lingua nazionale: l'ITALIANO.
Premessa: Gilberto Rossi non è il Sindaco di Ossona, ma ha provato con proposte e elaborando soluzioni a fermare lo scempio che sta vivendo Ossona.
1. antenna bosco della corona, si poteva fermare con un semplice atto aministrativo, (alla fine è stata concessa per "silenzio assenso")
2. pineta zucchi, il sindaco dov'era? e cosa centrano i verdi? io, personalmente ho chiesto ai vicini, ma a parte due persone, gli altri non erano interessati (chissà come mai?)
3. Antenna in piazza, sempre peggio
4. gestione asilo pubblico, una miniera d'oro ecosostenibile, e... han stampato 10.000 volantini, ma non li han distribuiti; ovvero, come comprare una ferrari e pensare di avere un tosaerba
5 auditorium scuole, qua sarebbe da romanzo; un auditorium serviva, certo, il progetto presentato in comune era ecosostenibile e a costo zero come manutenzione, con geotermia etc.. poi? cos'han fatto? una ciofeca, calda d'estate e fredda d'inverno che costa un patrimonio in manutenzione (certo son fallite due aziende)

martedì 16 agosto 2016

Appello per un Canada basato sulla cura della Terra e del prossimo.

riceviamo e volentieri pubblichiamo
Riporto un sunto del leapmanifesto (il manifesto per un balzo, www.leapmanifesto.org) distribuito dai comitati canadesi che lottano contro l’estrazione di shale gas e fossili e che contiene linee di indirizzo che non solo sono condivisibili, ma forniscono indicazioni per l’unificazione dei movimenti che lottano per un cambio del paradigma energetico attuale e contro i trattati commerciali iniqui come il TTIP. Energia Felice ha sottoscritto il documento. 

“Ci stiamo allontanando drammaticamente dai nostri valori: il rispetto dei diritti degli indigeni, l’internazionalismo, i diritti umani, la diversità e la tutela ambientale.
Potremmo vivere in un Paese alimentato interamente da energia rinnovabile, collegati attraverso mezzi pubblici accessibili, dove posti di lavoro e opportunità in questa transizione siano sistematicamente progettati per eliminare razzismo e disuguaglianze di genere. La cura uno dell’altro e la cura del pianeta potrebbero essere i settori dell’economia in maggior crescita. Molte piú persone potrebbero avere lavori con meno ore di lavoro, lasciando molto piú tempo per far fiorire le nostre comunità.

Magenta San Rocco, la fiera e la chiesa

le immagini più di mille parole

ma tre brevi interviste, non potevo non farle;
1. gattini cerca casa
2. Gruppo animali abbandonati
3. Cultura, memoria e storia milanesi

sotto per le foto

Milano a Ferragosto 2016

lasciam parlare le foto
tra decine di migliaia di turisti, la rivendicazione e ricerca d'umanità,non va in vacanza



























venerdì 12 agosto 2016

crudeltà verso crudeltà; o distrazione? e ritorna il Mostro d'asfalto

Da ieri, sulla pagina facebook del comune di Boffalora sopra ticino, è apparso un video che ridesta e sveglia in tutti noi, lo sdegno verso chi maltratta gli animali, ma...

appunto, ma..
che senso ha darlo in pasto ai social network e non direttamente agli inquirenti?
a chi giova questo?

supereroi della bugia, e del nulla!! i vari SEI DI OSSONA SE e.. la lega nord alla ricerca dell'atomo!

con stupore, e candore, apprendiamo dell'ennesima messa in scena leghista, in quel di Ossona;
dal sito leghista mascherato da blog sui fatti di Ossona
andiamo con ordine, l'ultima giornalista ( o presunta tale de "radiopadania" che è solo sul web), attribuisce al Capogruppo Consiliare di Cambiamo Ossona, la "responsabilità" del l77° posto per libertà di stampa in Italia, nonostante il "Rossi" sia uno dei pochi free lance, blogger, e ecoattivisti a divulgare le notizie "scomode" che i media non hanno volontà e/o coraggio di divulgare.

Agosto, ridiamoci su, dal settimanale locale settegiorni, apprendiamo di questa ricerca

AgostOssonese 2016 programma e primi video e foto

e come l'anno scorso eppure quello prima il nostro ossonese vorrà ballare e...
eccoci tornati ancora
certo la critica alla griglieria che fa morir di fame i veg e vegan ci stà... portiamoci la schiscetta!
battute a parte, i primi "suoni" dalla festa più amata dell'Est Ticino

e sotto il programma della festa, che vedrà come sempre il proprio "apice" 
nella Sagra di San Bartolomeo

dal forum sociale di Montreal. Ecologia Sociale

riceviamo e volentieri diamo pubblicazione ringraziando 

Seminario su ecologia sociale e lotta alla povertà (Uqam University, 10 /8)

Sintesi tradotta degli interventi di Antonio Bruno (capogruppo Fds Consiglio Comunale Genova) e Mario Agostinelli (Energiafelice)

Cercando Ecologia Sociale su wikipedia (sito italiano) incontriamo riferimenti a mondi diversi e fin ad oggi scarsamente comunicanti.

Dopo il sito Ecologiasociale.org troviamo un commento all’enciclica Laudato sii di Karl Ludwigh Schibel e subito dopo molti siti che parlano dell’opera e del pensiero diMurray Bookchin. Operaio, sindacalista, poi scrittore di successo e docente universitario,  ma anche animatore di movimenti ecologici, pacifisti e antirazzisti, Murray Bookchin già trent’anni fa ragionava di limiti delle crescita e di declino dell’urbanizzazione espansiva.

I suoi scritti affermano che esiste una relazione olistica tra gli elementi naturali, inclusi gli esseri umani, e giungono ad affermare che l'ordine naturale non necessita di autorità  o gerarchie.
L’ecologia sociale ritiene che la questione ecologica non possa essere disgiunta dai problemi sociali : i “mali”  dell'una e dell'altro vengono attribuiti allo sviluppo del capitalismo e al conseguente consolidamento della società  fondata su gerarchia e autoritarismo.

mercoledì 10 agosto 2016

Montreal, al via il Foum Sociale Mondiale


riceviamo e ringraziando volentieri ne diamo pubblicazione; articolo di Mario Agostinelli

Il passaggio di testimone
Strana città Montreal. Un po’ New York con però tutti grattacieli cuspidati (missili puntati?), un po’ England con le pietre e mattonelle rosse che si infilano tra le chiese di arenaria, un po’ Alsazia per il neo gotico grigio delle cattedrali (numerosissime), un po’ Buenos Aires per i frequentissimi murales che trovi in ogni spazio pubblico, un po’ Oslo per il retroterra verde collinoso tutto boschi e un po’ Genova per il porto e le locande sul mare e tra i pontili.

Qui il Foum Sociale Mondiale sta giocando una sfida generazionale e geografica importante. 

martedì 9 agosto 2016

la comunella del nulla contro la cultura. Cambiamo Ossona risponde e denuncia

La comunella del nulla, ovvero le bugie delle destre, basate e costruite sul nulla;
i soggetti: l'ultima "giornalista" della lega nord, sventuratamente residente a Ossona,
il capogruppo Garavaglia, e l'ass. Oldani (incontro area politica, destra ma non partitica).
i fatti:
Cambiamo Ossona è l'unico gruppo consiliare che lavora e propone per il bene degli ossonesi e di Ossona, una serie di proposte, sia ad Ossona, che e soprattutto nei tavoli sovracomunali, che come sapete, sono quelli erogano e consentono maggiori servizi agli ossonesi.

lunedì 8 agosto 2016

Santa Maria in Binda a Nosate comune più piccolo della Città Metropolitana di Milano

uno scrigno di rara bellezza


Corsi di degustazione, concorsi fotografici e un corso di iconografia cristiana

come redazione "costituente" di Libera Notizie, siamo contrari e sconsigliamo il consumo di alcolici, come della carne e del pesce,  ma se proprio deve esserci, ci mancherebbe, siamo per una "conspevolezza alimentare e del consumo", quindi cogliamo di buon auspicio le iniziative della Pro Loco in merito alla comprensione del Vino e della Birra; ricordando di consumarli morigeratamente e saltuariamente e non con frequenza;
altri corsi: iconografia cristiana; 
concorsi di fotografia: sulla "consapevolezza di luogo e Milano Città Metropolitana e di fotografia digitale "il sorriso più bello"

sabato 6 agosto 2016

alle attività non retribuite che mandano avanti il mondo

lavoro? attività?
lavoro salariato? lavoro non retribuito?
reddito di cittadinanza?
reddito?
poi, ci pensi su, e lo vediam tutti e lo sappiamo, 
lavoro è fare qualcosa che non vorresti mai; 
come uccidere e far del male, o annoiarsi, o trattar male le persone; 
e no che non lo faresti mai se non dipendesse da quelle azioni la tua presunta ricchezza di portafoglio e la miseria umana che ne corrisponde;
un bellissimo video dedicato a chi fa il lavoro più importante del mondo; 

anche e soprattutto per pensare a un altro lavoro,
quello degli operatori di pace, i promotori culturali, quelli che...
che se vivono, 

"tanto non lavorano", ma quando non ci son più
"non esiste quella realtà che ci narravano"
un pensiero a Vik Vittorio Utopia Arrigoni, a Peppino Impastat, a Giulio Regeni, aRachel Corrie a Jo Cox
a tanti, tantissimi che....
"tanto non lavorano", ma ci dan, ci regalano dignità e umanità
‪#‎restiamoumani‬


venerdì 5 agosto 2016

Cava Busto Garolfo. Conferenza dei Sindaci Altomilanese 3 agosto 2016

Sito estrattivo ATEG11- Busto Garolfo, ‪#‎CaveBustoGarolfoCasorezzo‬‪#‎PattoDeiSindaciAltoMilanese‬ ‪#‎ZonaOmogeneaAltoMilanese‬
La decisione dell'Assemblea nell'ultima riunione di martedì 2 agosto di continuo sostegno ai Comuni di Busto Garolfo e Casorezzo oltre che al Parco del Roccolo.
La missiva condivisa:
Al Sindaco Metropolitano - Giuseppe Sala
Al Consigliere metropolitano delegato Ambiente e politiche giovanili - Filippo Paolo Barberis
e p.c.
Al Sindaco del Comune di Legnano - Alberto Centinaio
All'Assessore regionale all'Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile - Clauda Maria Terzi

Con la presente diamo seguito alla comunicazione del 10 maggio 2016 relativa alla presa di posizione unanime di ferma contrarietà al rilascio della VIA al sito estrattivo ATEG11- Busto Garolfo da parte dell’Assemblea dei Sindaci della zona omogenea Alto Milanese.
Alla luce della decisione del 22 luglio 2016 da parte di Città Metropolitana di Milano di emettere VIA favorevole ad un progetto che si propone di devastare ulteriormente un territorio che sia Regione Lombardia che Città Metropolitana considerano meritevole di tutela,
l'Assemblea dei Sindaci ribadisce la propria posizione di assoluta contrarietà a tale miope decisione.
Il territorio agricolo è un valore ed una risorsa; in coerenza con questo principio l'attenzione delle amministrazioni locali ha voluto salvaguardare un’area che fa parte dell'ecosistema dell'intera Città Metropolitana, anche attraverso la costituzione del Parco del Roccolo che, in anni precedenti, è stato la risposta fattiva del territorio a problematiche legate alla gestione dei rifiuti.
La volontà del territorio è quella di dare piena attuazione alla visione programmatica della Regione Lombardia, visto che l'area interessata rientra nel Corridoio Ecologico Regionale nonché è oggetto di programmazione nel "Corridoio Verde" del Piano Strategico della Città Metropolitana di Milano, oltre a far parte del Parco PLIS del Roccolo, nel quale vi è una biodiversità tutelata da specifiche direttive comunitarie.
Oltre ad andare in palese contraddizione con le decisioni strategiche di Regione e Città Metropolitana, tale decisione contrasta con gli strumenti locali di gestione del territorio, oltre che disattendere totalmente il patto convenzionale esistente tra società cavatrice- smaltitrice e territorio così come stabilito nella convenzione del 2002 che indicava tempi e modi per ripristinare le aree escavate.
L'Assemblea dei Sindaci - composta dai Comuni di Arconate, Bernate Ticino, Buscate, Busto Garolfo, Canegrate, Castano Primo, Cerro Maggiore, Cuggiono, Dairago, Inveruno, Legnano, Magnago, Nerviano, Nosate, Parabiago, Rescaldina, Robecchetto con Induno, San Giorgio su Legnano, San Vittore Olona, Turbigo, Vanzaghello e Villa Cortese
ribadendo la totale contrarietà alla decisione di Città Metropolitana sostiene l'azione dei comuni di Busto Garolfo, Casorezzo e del Parco del Roccolo, e si riserva di valutare anche ulteriori iniziative a sostegno dei succitati enti.
In attesa di un Vostro cortese riscontro, saluto cordialmente
Legnano, 03/08/2016
Il Presidente della Conferenza dei Sindaci dell'Alto Milanese e Sindaco di Inveruno Sara Bettinelli

martedì 2 agosto 2016

educazione leghista, questo post avrà più di 1 milione di visual!!

ciao a tutti
non servono presentazioni, ridiamoci su, e condividiamo la pochezza e i deliri e le invenzioni

o bella, peccato che qua c'è il suo articolo sulla pizzeria dove si inventa risse e altro





sublime!!! fantastico!!!
Il signore della pizzeria, si è andato a vedere gli articoli, e la "xxxx" ha poco da scrivere alle persone denigrandomi e insultandomi; per lo più, le scrive "dillo pure"; e certo che me l'ha detto; almeno possiam far ridere tutto il mondo e far capire cosa passa un 
"piccolo dirigente nazionale della FEDERAZIONE DEI VERDI, 
quando si trova di fronte "cotanta intelligenza padana"  " 

altro, ancora: i commenti insultanti su facebook, dove ero "bannato" e non potevo vedere
 gli insulti che mi rivolgeva, ora che si va per vie legali, li ha cancellati;
tranquilli, appena parte il processo si chiede l'intervento della polizia postale per recuperarli tutti;
nota, questo post, nasce da un ipocrita saluto di questa mattina, di una persona che ha messo vari 
mi piace nei post dove venivo denigrato, sbeffeggiato e insultato, peccato che poi, la stessa persona, venisse a chiedere aiuti e, tra l'altro che aiuti, ridicolizzando l'impegno degli ottimi servizi sociali ossonesi; quindi, è più per correttezza verso il ruolo di Consigliere Comunale e di difensore dell'Istituzione Comunale che scrivo questo post; sia chiaro.
Tra l'altro il Consigliere Sergio Garavaglia, usava taggare anche varie persone per dare e attribuire credibilità ai post diffamatori e falsi di "cronacaossona"
ma torniamo a farci due risate sulla caratura morale della ex cons. comunale  padana (e si, è stata consigliera comunale, questo la dice lunga sui guai della politica italiana)


1. Con Giulia Venegoni i rapporti sono ottimi, di massima stima e rispetto; abbiamo anche chiarito che era antipatico che la usassero per mettermi contro chicchesià; ma è troppa la mia stima nei confronti della Dott. Giulia Venegoni e della sua famiglia che conosco da sempre; tra l'altro con il padre, non abbiamo mai parlato di questo; ne avevo accennato solo una volta al figlio; ma i rapporti sono cordiali e di reciproca stima.
2. la moglie del Poli, probabilmente come scritto in altro post, o, nellamigliore delle ipotesi è stata usata dalla XXXX per provare a far decadere la denuncia mia verso la XXXx del 2013, 
o era complice, in quanto il marito e collega capogruppo in consiglio comunale, è come tutti sanno in grande difficoltà, essendo la lista INCONTRO diventata di destra. 
NOTA. in questo è un grave imbarazzo il silenzio della giunta comunale.
Guardate come continua xxxx, "non era vero", si, l'articolo di cui riporto sopra la foto
 e c'è il suo nome l'ha scritto chi?


Vi ringrazio dell'attenzione dedicata questa "surreale" lettura, 
come in altro post


altro post sulla lega e le sue genialate


e per seguire le attività di politica positiva e propositiva di CAMBIAMO OSSONA


NOTA:
questo post nasce su consiglio dei colleghi dei VERDI, perchè, rimango certamente fiducioso e in attesa che la giustizia faccia il suo corso, in merito alla denuncia del 2013, in quanto ritengo gravissimo anche dal punto di vista economico il danno che ho subito in questi anni; 
come consigliatomi di Verdi, però le elezioni sono anche prima, e non possiamo permetterci per il bene dell'Italia, che il nome dei Verdi e di chi li rappresenta anche nelle istituzioni, sia cosi trattato.

Vi ringrazio dell'attenzione e
una risata li sta già seppellendo!