martedì 28 marzo 2017

MAGENTA incontro pubblico dedicato al Progetto Variante di Pontenuovo 3 aprile 2017

riceviamo e volentieri pubblichiamo, 
segnalando che purtroppo nello stesso orario, ci viene seganlato dal gruppo consiliare Insieme per Boffalora (telefonata del 28.3.2017 h.12.40)  dopo convocazione; sul sito di Boffalora non vi è ancora notizia), è previsto il consiglio comunale a Boffalora Sopra Ticino e che l'inutile opera in questione ricade anche nel territorio di Boffalora.
Ci permettiamo di dare giudizio sull'inutile opera, perchè è evidente l'assenza del trasporto pubblico da e per Pontenuovo frazione di Magenta e che la proposta ormai quindicinale di spostare il traffico pesante all'uscita di Novara (prima Galliate), stranamente, non ha trovato eco sui mezzi stampa, 
mentre è la posizione dei Comitati No Tangenziale dell'Est Ticino;
Ricordiamo che il gruppo consiliare Insieme per Boffalora si è distinto per la contrarietà a questo sciagurato e inutile e invasivo progetto, come si può evincere dagli strisiconi che furono apposti dai cittadini di Boffalora.

                                                                                                
L’Amministrazione Comunale  e  il Comitato per Pontenuovo
promuovono  un incontro pubblico sul
Progetto di Variante di Pontenuovo
per lunedì 3 aprile 2017 alle ore 21
presso il Salone della Parrocchia San Giuseppe Lavoratore
in via Vittorio Bottego 5
al quale prenderanno parte
il sindaco Marco INVERNIZZI,  il deputato Francesco PRINA, 
gli assessori regionali Massimo GARAVAGLIA e Luca DEL GOBBO 
e la vicesindaca metropolitana di Milano Arianna CENSI
LA CITTADINANZA È INVITATA A PARTECIPARE 


Va ricordato, che dopo la crisi iniziata nel 2008, il traffico è diminuito e soprattutto, dove passano strade, oltre a seminare traffico e inquinamento vi è una moria e chiusura degli ultimi esercizi commerciali, portando alla "desertificazione" dei territori; sia esempio, Mesero e Cuggiono, che dopo l'apertura dell'inutile Boffalora Malpensa hanno visto attività storiche chiudere i battenti

Nessun commento:

Posta un commento