martedì 28 marzo 2017

MAGENTA ‘TORNA’ IN BIT INSIEME AL TERRITORIO

riceviamo e volentieri pubblichiamo

Per il terzo anno consecutivo la partecipazione congiunta con uno stand unico:
tante realtà del territorio hanno confermato la propria presenza, prima fra tutte Abbiategrasso

L’assessore Paola Bevilacqua: ‘Un modo concreto di fare sinergia tra tante realtà con un obiettivo comune

Dal 2 al 4 aprile presso FieraMilano City

Magenta, 28 marzo 2017 Per il dodicesimo anno di partecipazione, il Comune di Magenta torna in BIT (Borsa Internazionale del Turismo) confermando la volontà di fare sinergia con il territorio. 
Per il terzo anno consecutivo l'Amministrazione comunale ha deciso di ripercorrere la strada di una partecipazione congiunta con i Comuni del Magentino e dell’Abbiatense oltre ad altre realtà istituzionali del territorio. 
Dopo le esperienze positive del 2015 e del 2016, il progetto ha riscosso interesse anche per il 2017 da parte del Comune di Abbiategrasso e i due sindaci, Marco Invernizzi e Pierluigi Arrara, hanno così scritto ai colleghi dei due territori e della Zona Omogenea Metropolitana Magentino-Abbiatense, invitandoli a partecipare con un unico stand alla BIT. 
Oltre ad Abbiategrasso, tornano in BIT i Comuni di Robecco sul Naviglio, Gaggiano e Ossona. Anche il Consorzio dei Navigli ha confermato la propria presenza rappresentando in BIT per la promozione turistica una decina di Comuni tra Magentino, Abbiatense e Altomilanese: Albairate, Bernate Ticino, Besate, Boffalora sopra Ticino, Cassinetta di Lugagnano, Corbetta, Cuggiono, Cusago, Mesero, Morimondo, Ozzero, Turbigo. Infine, altra conferma, quella del Parco del Ticino che, grazie ai prodotti del Consorzio dei Produttori a marchio Parco, curerà i momenti degustativi che si terranno allo stand. ‘Si tratta di un modo concreto di fare sinergia: ci presentiamo ai visitatori e agli operatori professionali come un territorio vasto, legato da caratteristiche comuni ma anche da peculiarità individuali degne di essere messe in evidenza; siamo soddisfatti di questa collaborazione perché convinti che da soli non si vada da nessuna parte e che solo con una progettualità comune possiamo contribuire a promuovere il nostro bel territorio’, spiega l'assessore alle Manifestazioni di Magenta Paola Bevilacqua che, insieme all'assessore Daniela Colla di Abbiategrasso, ha creduto da subito in questo progetto condiviso. 
Tra l’altro la partecipazione congiunta rappresenta un'occasione per abbattere i costi. Non solo Magenta, che insieme ad Abbiategrasso copre il 70% dei costi della partecipazione che ammonta complessivamente a circa 12 mila euro, risparmia sull'affitto dello stand, ma in questo modo anche Comuni più piccoli, che difficilmente potrebbero partecipare da soli a una manifestazione come questa, hanno occasione di mettersi in mostra. Lo stand 'Il territorio del Magentino e dell'Abbiatense. Il Ticino e i Navigli' , grande 32 mq, è collocato al Pad. 4 Leisure Italy F23 G24 di fronte a Regione Lombardia e vicino alle Regioni Veneto e Sardegna.

Quest’anno BIT presenta alcune novità: ha cambiato periodo e collocazione. Si terrà da domenica 2 a martedì 4 aprile e, dopo molti anni, tornerà a Milano a FieraMilanoCity. Domenica la kermesse sarà dedicata al pubblico, lunedì e martedì al pubblico. La partecipazione congiunta è come sempre sancita con un protocollo di intesa sottoscritto tra i vari partner con Magenta che, nel suo ruolo di capofila, gestisce tutta la parte amministrativa, organizzativa e di allestimento dello stand nonché di raccolta di tutto il materiale che i diversi partner vorranno esporre in BIT. Durante i giorni di apertura, personale del Comune di Magenta e degli altri partner presenteranno le proprie realtà ai visitatori della kermesse. Sempre molto apprezzati i momenti di degustazione e intrattenimento presso lo stand in collaborazione con il Consorzio Produttori Agricoli Parco Ticino e non solo; tante realtà produttive dei Comuni che parteciperanno alla BIT hanno espresso l’interesse a proporre i propri prodotti: presso lo stand si terranno degustazioni sia al mattino che al pomeriggio.

nota di LIBERAnotizieNEWS (BLOG,non testata giornalistia)
Interessante come Ossona assente in tutti i percorsi culturali, come la clamorosa assenza nelle giornate del FAI, poi presenzi a queste  iniziative. Le prove del Partito della Nazione, passavano di qua. Dopo EXPO appare paradossale continuare questo percorso, dove la sinistra o presunta tale si pone identica alla destra.
Interessante come da un lato is parla di Parco del Ticino e promozione territoriale, e poi, "alcune " amministrazioni, propongono e sostengono "mostri d'asfalto" che pregiudicherebbero e cancellerebbero, oltre alla bellezza e tipicità del territorio, anche il riconoscimento dell'Unesco al Parco del TIcino come riserva della biosfera.
Assolutamente positivo, il coinvolgimento e riduzione dei costi. 

Nessun commento:

Posta un commento