giovedì 5 aprile 2018

Dai Verdi del Magentino. Sul Consiglio Regionale e sul fascismo nel 2018

Riceviamo e volentieri pubblichiamo due spunti dai Verdi del Magentino ospitati dal sito della lista civica Ecologista  Verdi/Cambiamo Ossona

Il nuovo Governo della Regione Lombardia 11° legislatura

Il gruppo Consiliare Verdi/Cambiamo Ossona augura ai Consiglieri Regionali tutti, al Presidente Attilio Fontana e ai suoi assessori tutti, i migliori auguri di buon lavoro, 
per il bene della Lombardia, per il bene dell'Italia, per il bene dell'Europa e per il bene del Pianeta;
facciamo Nostre le parole di Papa Francesco espresse nell'Enciclica Laudato Sii, e ci auguriamo che la Conversione Ecologica auspicata dal Pontefice, possa trovare semi e segni nel quotidiano impegno dei nuovi consiglieri e degli assessori.
La scorsa legislatura si è conclusa con la "sospensione" della riforma dei Parchi Regionali 
e dei Parchi Locali di Interesse Sovracomunale; 
non è un mistero la posizione che come Ecologisti avanziamo, ovvero l'istituzione di una GreenBelt, 
una cintura Verde che abbracci Milano Città Metropolitana; 
questa è solo la punta dell'iceberg, in quanto riteniamo che il Principio di Sussidiarietà, 
valorizzato e ridefinito riallocando delle competenze agli enti più vicini ai cittadini, 
come le Province e Milano Città Metropolitana. 
Ma è il momento degli auguri e dei complimenti per i neoeletti; 
buon lavoro a tutti.

Gilberto R. Rossi 
per Verdi/Cambiamo Ossona

riferimenti web

Com. stampa. Mobbing e file audio e documenti non consegnati 5 4 2018

Cambiamo Ossona/VERDI dopo aver segnalato al Sindaco di Casorezzo (vista l'incomunicabilità verso Venegoni, sempre assente, arrogante, volgare e maleducato in questi 4 anni) i comportamenti "particolari" di alcuni agenti del Corpo di Polizia Locale del Comando unificato Casorezzo Ossona; in merito alla sosta selvaggia e all'assenza di presenza sul territorio nei pochi momeni settimanali (10 minuti alla settimana) in cui vi è necessità; dobbiamo esplicitare come un agente in particolare, già segnalato anche a Sua Eccellenza il Prefetto di Milano per un doppio tentativo di aggressione nei confronti del Capogruppo Consigliare Gilberto Rossi, continuano a fare mobbing, con un parcheggio selvaggio della autovettura di Polizia Locale, in isole pedonali, come in Piazza Litta e come nella giornata di martedì 3 aprile, davanti al portone dell'abitazione del Capogruppo Consiliare;

segnaliamo altresì, la nostra richiesta che il Corpo di Polizia Locale, vigili sul tratto di strada tra Casorezzo e Busto Garolfo nei pressi della cava a rischio discarica, in quanto sono consueti, purtroppo, abbandoni di rifiuti e riteniamo che vi sia una situazione critica.

Segnaliamo che abbiamo dovuto avvisare anche il Comando dei Carabinieri di Corbetta di questo atteggiamento deplorevole e categorizzabile come "mobbing" e "abuso di ufficio" da parte di alcuni agenti di Polizia Locale; segnalando anche che questo atteggiamento da parte di alcuni, deteriora il lavoro che gli altri colleghi del Corpo di polizia locale, svolgono egregiamente; segnaliamo anche che un dipendente del comune di Ossona ha atteggiamenti a dir poco intimidatori, oltre a passare ogni giorno buona parte del tempo in una caffetteria del paese, suscitando malessere e voci di paese che vanno a investire ingiustamente anche altri dipendenti comunali.

Segnaliamo che abbiamo messo a conoscenza il Corpo di Polizia Locale di una pubblicazione del Comune di Pregnana Milanese, sulla criminalità nei paesi, e che ci è stato risposto che era già stata letta due anni fa, peccato che è pubblica da circa un anno, e abbiamo provveduto a far mettere la parte relativa all'allarmismo e all'uso distorto del web.

Il tutto è ancora più fastidioso, visto che come VERDI/Cambiamo Ossona ed ecologisti del territorio, ci si trova nel gravoso impegno di tutelare l'ambiente da progetti nefasti come la sopracitata discarica, e la tangenziale mostro nel cuore del parco del Ticino; e oltre al mobbing sopra citato, abbiamo anche segnalato alle Forze dell'Ordine il ritrovamento di ossa di animali, di piccioni morti, di petardi scoppiati nel cortile e sul balcone dell'abitazione del capogruppo consiliare; "fastidi" che se possono venire considerati "ragazzate", possono essere anche considerati "chiari segnali intimidatori";

Ultimo ma non ultimo, il fare arrogante e maleducato del Sindaco Venegoni che forte di una maggioranza di silenti e di una parentie altrettanto arrogante e maleducata, non consente nemmeno di fare l'ìintervento in consiglio comunale e anzi, poi, nonostante i vari richiami del Prefetto di Milano, continua a non dare i FILE AUDIO DEL CONSIGLIO COMUNALE, e orchestra stratagemmi per screditare il meritorio e cristallino impegno del Gruppo Consiliare dei Verdi; in particolare, nella discussione del Bilancio, non è stato discusso la proposta di emendamento.

Verdi del Magentino

Nessun commento:

Posta un commento