giovedì 21 novembre 2013

Ossona. Un anno fa il presidio Bertola, oggi il deserto. Lettera alla cittadinanza

Un anno fa, fuori dai cancelli della logistica Bertola di Ossona, iniziava il terzo blocco delle merci per rivendicare gli stipendi arretrati, e veniva predisposto un presidio con gazebo; oggi, novembre 2013, leggendo la stampa, pare che la proprietà sia sotto procedura fallimentare e che i lavoratori non abbiano ancora ricevuto gli stipendi arretrati.
Il PGT di Ossona, non è ancora stato approvato e i lavori di stesura, sembrano non prendere strade brevi; sarebbe interessante capire cosa ne pensano gli ossonesi e i gruppi politici ossonesi in merito a quel capannone fallito.  



ripercorriamo dalle pagine del blog e dai video di COERENZAETRASPARENZA quel che siam riusciti a documentare


19 novembre 2012   Lavoro. "la Logistica non paga". Ossona

22 novembre 2012   Logistica. Alla vergogna non c'è fine. pagati con assegni scoperti

4 dicembre 2012 Lavoro. Ancora blocco merci alla logistica di Ossona


6 dicembre 2012  Cronache illogistiche

http://gibo7.blogspot.it/2012/12/cronache-illogistiche.html



9 dicembre 2012        una settimana di presidio, inizio dicembre


passano i mesi
il 5 aprile 2013      i Lavoratori in comune a Ossona (video)
conferenza stampa in comune convocata dalla CGIL per informare stampa, cittadinanza e soprattutto le istituzioni sulla questione del polo logistico Bertola
per amor del vero e del nome di questo canale "COERENZAETRASPARENZA"
la cgil e i suoi delegati erano stati chiamati e invitati dai delegati CUB (confederazione unitaria di base) per l'incontro in prefettura; ovviamente ognuno porta acqua al proprio mulino e ogni sindacato ha le proprie caratteristiche e modalità di azione; e l'albero di pesche fa le pesche, non le albicocche... questo per dire che la cgil, fiom a parte, sappiamo come opera e sappiamo che il sindacato senza i lavoratori è una scatola vuota.
per dovere di cronaca riporto il video della conferenza stampa
ma, e scusatemi, dopo 14 mesi senza stipendio non si può delegare al sindacato la propria tutela e aspettare; il minimo è organizzarsi e fare assemblee e fare qualcosa; non è un caso che nei mesi estivi, di riffa o di raffa, qualche soldo il padrone lo faceva arrivare (vuoi mettere un presidio estivo? facile da fare e da vivere), e la situazione è precipitata quando il freddo era ormai pungente
e il resto... è storia
a scanso di equivoci, un sentito grazie a Fiorenzo per l'impegno e la passione che ha dedicato e se potessi, già per la vicenda zucchi gli farei una statua (davvero!!!) ma siamo noi lavoratori, cittadini a dovergli dar forza.. mica vengono dalla via Lattea a far rispettare i nostri diritti.
Un grazie a Fiorenzo, a Walter, a Massimo, a tutti quelli al freddo e al gelo e.. 
un augurio, torni la consapevolezza dei diritti, conquistati nell'evoluzione dell'umanità ne ricordiamo
UNITI SI VINCE divisi, il padrone ride (e se nascosto in dividendi azionari, ride ancor di più)


e anche d'estate a luglio, il 25 luglio a Cornaredo, in diretta nella tv venezuelana, ignorati dai mezzi di comunicaizone nostrani, l'interessante convegno sulla logistica e sui diritti (misconosciuti) dei lavoratori della logistica









Nessun commento:

Posta un commento